Home ALIMENTAZIONE & SALUTE Neuropatia da glutine: la dieta gluten-free è la soluzione di partenza

Neuropatia da glutine: la dieta gluten-free è la soluzione di partenza

Il glutine è una famiglia di proteine ​​che costituiscono circa dall’85-87% della composizione proteica presente nel grano, nell’orzo, nella segale e in altri cereali. È costituito da quasi le stesse proporzioni di due tipi di proteine chiamate gliadine e glutenine, ognuna delle quali ha molti sottotipi. Pertanto, la diversità genetica del glutine è sbalorditiva. Tuttavia, il glutine costituisce la maggior parte del contenuto di proteine ​​del frumento, che è l’alimento base di gran parte del mondo in via di sviluppo. L’allergia al glutine è diventata un argomento di discussione comune. Tuttavia, la maggior parte dei ricercatori afferma che solo circa l’1% delle persone ha una malattia celiaca, e un’altra piccola percentuale ha un’intolleranza al glutine non celiaca. L’allergia al grano è più comunemente osservata solo nei bambini e di solito scompare con il tempo. Pertanto, una dieta priva di glutine non è probabilmente utile per la stragrande maggioranza delle persone. Perché allora il mito persistente che il glutine è dannoso è stato perpetuato?

Una risposta è che molte persone subiscono le conseguenze negative di mangiare una percentuale troppo alta di carboidrati,  derivati maggiormente da pane e pasta, portando ad obesità, ipertensione, dislipidemia e malattia coronarica. Una dieta priva di glutine (gluten-free; GFD) è una dieta in cui tutte le tracce di glutine sono state rimosse dai prodotti alimentari, di solito tramite procedure artificiali. Questo porta alla perdita di fibre alimentari, vitamine e minerali. Tali alimenti tendono anche a includere più calorie, grassi, sodio e amidi trasformati, come riso raffinato, tapioca o farina di patate. Piuttosto che concentrarsi sul consumo di prodotti senza glutine, che sono poveri di nutrienti, è probabilmente saggio includere, nella propria dieta, una varietà di frutta, verdura, pollame, uova e legumi, oltre a riso e altri sostituti del grano, come amaranto, miglio, teff o mais. Una dieta rigorosamente priva di glutine può aiutare a proteggere contro il dolore nervoso che alcune persone con esperienza di sensibilità al glutine, secondo uno studio preliminare che sarà presentato all’American Academy of Neurology’s 70th Annual Meeting a Los Angeles, 21-27 aprile 2018.

L’autore principale Panagiotis Zis, MD, PhD, dell’Università di Sheffield a Sheffield, Regno Unito, ha dichiarato: “Questi risultati sono eccitanti perché potrebbe significare che un cambiamento relativamente semplice nella dieta potrebbe aiutare ad alleviare i sintomi dolorosi legati alla neuropatia da glutine. Lo studio mostra un’associazione tra una dieta gluten-free auto-riportata e meno dolore, non dimostra che l’una causa l’altra. La sensibilità al glutine è stata associata a neuropatia periferica, una condizione in cui i nervi periferici di una persona si danneggiano, spesso causando debolezza, intorpidimento e dolore, tipicamente nelle mani e nei piedi. Quando una persona ha dolore nervoso che non può essere altrimenti spiegato e ha una sensibilità al glutine, la diagnosi potrebbe essere la neuropatia del glutine. Lo studio ha coinvolto 60 persone con un’età media di 70 anni con neuropatia del glutine. A loro è stato chiesto l’intensità del loro dolore, i loro altri sintomi di neuropatia, la loro salute mentale e se hanno seguito una dieta rigorosamente gluten-free.

Un totale di 33 partecipanti ha avuto dolore con la loro neuropatia, ovvero il 55%. Le persone che seguivano una dieta priva di glutine avevano maggiori probabilità di essere prive di dolore rispetto alle persone che non seguivano una dieta rigorosamente gluten-free. Un totale di 56% di quelli senza dolore erano a dieta priva di glutine, rispetto al 21% di quelli con dolore. Dopo essersi adeguati all’età, al sesso e allo stato di salute mentale, i ricercatori hanno scoperto che le persone che seguivano una dieta gluten-free rigorosa avevano l’89% in meno di probabilità di avere dolore neuropatico, rispetto alle persone che non seguivano la dieta. Lo studio ha anche rilevato che le persone con neuropatia dolorosa per il glutine hanno ottenuto risultati significativamente peggiori nella valutazione della salute mentale, che ha un range da zero a 100 con 100 che sono i migliori. Quelli con neuropatia dolorosa per il glutine avevano un punteggio medio di 76, a differenza del punteggio medio di 87 per quelli con neuropatia indolore del glutine.

Questo studio è promettente perché dimostra che una dieta gluten-free può aiutare a ridurre il rischio di dolore per le persone con neuropatia da glutine anche non su base celiaca.

  • a cura del Dr. Gianfrancesco Cormaci, PhD, specialista in Biochimica Clinica.

Pubblicazioni scientifiche

Zis P et al. Dig Liver Dis. 2017 Nov; 49(11):1196-1200.

Elavarasi A et al. BMJ Case Rep. 2017 Oct 19; 2017.

Jericho H et al. J Pediatr Gastroenterol Nutr. 2017; 65(1):75.

Yelland GW. J Gastroenterol Hepatol. 2017; 32 Suppl1:90-93. 

Hadjivassiliou M et al. Am J Gastroenterol. 2016; 111(4):561. 

Dott. Gianfrancesco Cormaci
- Laurea in Medicina e Chirurgia nel 1998 (MD Degree in 1998) - Specialista in Biochimica Clinica nel 2002 (Clinical Biochemistry specialty in 2002) - Dottorato in Neurobiologia nel 2006 (Neurobiology PhD in 2006) - Ha soggiornato negli Stati Uniti, Baltimora (MD) come ricercatore alle dipendenze del National Institute on Drug Abuse (NIDA/NIH) e poi alla Johns Hopkins University, dal 2004 al 2008. - Dal 2009 si occupa di Medicina personalizzata. - Guardia medica presso strutture private dal 2010 - Detentore di un brevetto sulla preparazione di prodotti gluten-free a partire da regolare farina di frumento immunologicamente neutralizzata (owner of a patent concerning the production of bakery gluten-free products, starting from regular wheat flour). - Responsabile del reparto Ricerca e Sviluppo per la società CoFood s.r.l. (leader of the R&D for the partnership CoFood s.r.l.) - Autore di un libro riguardante la salute e l'alimentazione, con approfondimenti su come questa condizioni tutti i sistemi corporei. - Autore di articoli su informazione medica, salute e benessere sui siti web salutesicilia.com e medicomunicare.it

ARTICOLI PIU' LETTI