Prevalenza delle infezioni adenovirali pediatriche: la Cina indaga per stilare protocolli funzionali

Scoperti per la prima volta nel 1953 da Rowe et al., gli adenovirus umani (HAdVs) sono virus a DNA a doppio filamento non avvolti appartenenti al genere Mastadenovirus (famiglia Adenoviridae). Sono patogeni comuni nei bambini e causano una varietà di malattie. L’AdV rappresenta almeno il 5-10% delle infezioni pediatriche e dall’1 al 7% delle infezioni del tratto respiratorio degli adulti (RTI). Esistono attualmente sette diverse specie HAdV, alcune delle quali attaccano specificamente la congiuntiva (specie D), le vie respiratorie superiore e inferiore (specie B, C ed E) e il tratto gastrointestinale (specie F e G). Dei 90 sierotipi di AdV, 55 sono noti per causare malattie umane, con AdV3, 4, 7 e 14 che sono i tipi più comuni per causare epidemie di malattie respiratorie. HAdV ha causato focolai di adenovirus del tratto respiratorio nelle province cinesi di Jiangsu e Taiwan, nonché in Corea, Singapore e Malesia. Sebbene nella maggior parte dei casi gli HAdV siano associati a una malattia da lieve a moderata, in alcuni pazienti possono verificarsi malattie potenzialmente letali, in particolare se sono immunocompromessi. Al momento, la Cina non ha ancora istituito un programma nazionale di sorveglianza epidemiologica per le infezioni da adenovirus e le infezioni con esso non devono essere segnalate legalmente, quindi gli istituti per il controllo e la prevenzione delle malattie non possono condurre uno screening di diagnosi precoce o emettere avvisi precoci.

Né ci sono antivirali approvati dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti per le infezioni adenovirali. Gli HAdV svolgono un ruolo importante nelle infezioni respiratorie, in particolare nei bambini. Pertanto, un team dell’Istituto nazionale per il controllo e la prevenzione delle malattie virali a Pechino, ha valutato la prevalenza dei ceppi adenovirali tra i bambini ospedalizzati entro un anno dalle indagini, da aprile 2017 a marzo 2018. I campioni di aspirato nasofaringeo (NPA) (1276) utilizzati in questo studio sono stati raccolti da bambini ospedalizzati. Da loro, 897 (70,30%) pazienti avevano meno di 5 anni. Gli HAdV sono stati rilevati nel 5,64% (72/1276) dei bambini ospedalizzati. Il tasso di rilevamento di HAdV ha raggiunto il picco nella fascia di età> 5 a≤6 anni ed è stato rilevato ogni mese durante il periodo di studio da aprile 2017 a marzo 2018, con un picco in estate. Dei 72 casi con infezione da HAdV, 27 (37,50%) comprendevano coinfezioni con altri virus respiratori. Le caratteristiche cliniche degli RTI causati da HAdV sono molto simili a quelle di influenza, PIV e altri agenti patogeni del tratto respiratorio, rendendo difficile la diagnosi clinica di questo tipo di infezione. Pertanto, sono necessari metodi diagnostici efficaci per una rapida identificazione e genotipizzazione di HAdV. Il saggio della reazione a catena della polimerasi qPCR è stato cruciale per caratterizzare gli HAdV.

Un totale di 1276 campioni di tamponi sono stati sottoposti a screening per la presenza di HAdV e 72 campioni sono stati confermati positivi per HAdV. Precedenti studi hanno dimostrato che i tassi di rilevamento di HAdV sono positivamente correlati con la temperatura media mensile e la durata del sole e negativamente correlati con la velocità del vento; infatti, maggiore è la temperatura dell’aria, maggiore è il tasso di rilevamento. Molti studi hanno riportato che le specie HAdV più comuni che causano RTI nei bambini sono B (B3, B7, B21), C (C1, C2, C5, C6) ed E (E4) in tutto il mondo. HAdV 2, 3 e 7 sono le specie più diffuse e sono associate a grave polmonite in Cina. Nel presente studio, sono stati identificati un totale di 66 campioni e la sequenza genetica ha rivelato sei genotipi di HAdV e ha mostrato che le specie H e B di HAdV erano le più prevalenti, rappresentando rispettivamente il 62,12 e il 37,88% degli isolati. L’HAdV-B3 è stato identificato come l’agente patogeno causale per focolai di malattie respiratorie acute gravi in ​​Corea, Brasile e Taiwan, ed è stato il principale tipo di infezione da HAdV respiratoria dal 1981 al 2002. Inoltre, l’AdAd-B3 era l’agente patogeno che causava la malattia respiratoria epidemica focolai in Europa, America e Oceania. Infine, HAdV-B3 è noto per causare una caratteristica febbre faringo-congiuntivale acuta nei bambini più grandi e negli adulti, soprattutto dopo il contatto con campi estivi e piscine.

Gli scienziati, infine, hanno dimostrato che il virus della parainfluenza (12,5%) era il principale patogeno coinfettante identificato seguito dal rinovirus (9,7%). È stata una sopresa per i ricercatori ritrovare non solo casi di coinfezione di due, ma anche di tre tipi di virus. La gravità dell’infezione da HAdV varia in base all’età, allo stato socioeconomico, allo stato ambientale e, soprattutto, alle caratteristiche immunologiche del paziente. Pertanto, secondo i clinici il significato eziologico delle coinfezioni con HAdV e altri virus respiratori e la sua associazione con la gravità della malattia richiedono ulteriori studi.

  • A cura del Dr. Gianfrancesco Cormaci, PhD, specialista in Biochimica Clinica.

Pubblicazioni scientifiche

Radke JR, Cook JL. Curr Opin Infect Dis. 2018;31(3):251.

Scott MK et al. Emerg Infect Dis. 2016; 22(6):1044.

Zhang L, Liu W et al. BMJ Open. 2018; 8(2):e019308.

Wo Y et al. Archives Virol. 2015; 160(3):633–38.

Lai CY, Lee CJ et al. PLoS One. 2013; 8(1):e53614.

0 0 vote
Article Rating
Informazioni su Dott. Gianfrancesco Cormaci 2450 Articoli
- Laurea in Medicina e Chirurgia nel 1998 (MD Degree in 1998) - Specialista in Biochimica Clinica nel 2002 (Clinical Biochemistry specialty in 2002) - Dottorato in Neurobiologia nel 2006 (Neurobiology PhD in 2006) - Ha soggiornato negli Stati Uniti, Baltimora (MD) come ricercatore alle dipendenze del National Institute on Drug Abuse (NIDA/NIH) e poi alla Johns Hopkins University, dal 2004 al 2008. - Dal 2009 si occupa di Medicina personalizzata. - Detentore di un brevetto sulla preparazione di prodotti gluten-free a partire da regolare farina di frumento immunologicamente neutralizzata (owner of a patent concerning the production of bakery gluten-free products, starting from regular wheat flour). - Responsabile del reparto Ricerca e Sviluppo per la società CoFood s.r.l. (leader of the R&D for the partnership CoFood s.r.l.) - Autore di un libro riguardante la salute e l'alimentazione, con approfondimenti su come questa condizioni tutti i sistemi corporei. - Autore di articoli su informazione medica, salute e benessere sui siti web salutesicilia.com e medicomunicare.it
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments