Esercizio mattutino o serale? Vanno entrambi bene ma con effetti diversi

Gli orologi circadiani sono unici in quanto sono in grado non solo di anticipare i cambiamenti quotidiani nel ciclo solare, ma anche di adattarsi al flusso nell’ambiente di nutrienti e ossigeno. La capacità degli orologi circadiani di mostrare flessibilità può essere capita a livello molecolare. Le proteine ​​dell’orologio contengono regioni nella loro struttura che sono moduli di risposta importanti nel rilevare xenobiotici ambientali, metaboliti e ossigeno e trasdurre tali cambiamenti in programmi trascrizionali. Ricercatori dell’Università di Copenaghen hanno appreso che l’effetto dell’esercizio può variare a seconda dell’ora del giorno in cui viene eseguito. Nei topi dimostrano che l’esercizio al mattino si traduce in un aumento della risposta metabolica nei muscoli scheletrici, mentre l’esercizio fisico nel corso della giornata aumenta il dispendio energetico per un lungo periodo di tempo. Probabilmente tutti sappiamo quanto sia importante un sano ritmo circadiano. Un sonno troppo piccolo può avere gravi conseguenze sulla salute. Ma i ricercatori stanno ancora facendo nuove scoperte confermando che l’orologio circadiano del corpo influenza la nostra salute. Ora, i ricercatori dell’Università di Copenaghen – in collaborazione con i ricercatori dell’Università della California, Irvine – hanno imparato che l’effetto dell’esercizio può variare a seconda dell’ora del giorno in cui viene eseguito.

Studi su topi rivelano che l’effetto dell’esercizio eseguito all’inizio della fase oscura / attiva del topo, corrispondente alla nostra mattinata, differisce dall’effetto dell’esercizio eseguito all’inizio della fase luce / riposo, corrispondente alla nostra serata. Sembra che ci siano differenze piuttosto significative tra l’effetto dell’esercizio eseguito al mattino e alla sera e queste differenze sono probabilmente controllate dall’orologio circadiano del corpo. L’esercizio mattutino avvia i programmi genetici nelle cellule muscolari, rendendoli più efficaci e più capaci di metabolizzare zuccheri e grassi. L’esercizio serale, d’altra parte, aumenta il dispendio energetico dell’intero corpo per un lungo periodo di tempo. I ricercatori hanno misurato una serie di effetti nelle cellule muscolari, inclusa la risposta trascrizionale e gli effetti sui metaboliti. I risultati mostrano che le risposte sono molto più forti in entrambe le aree dopo l’esercizio al mattino e che questo è probabilmente controllato da un meccanismo centrale che coinvolge la proteina HIF1-alfa. Questo fattore di trascrizione interagisce direttamente con le proteine ​​circadiane (CLOCK, ARNT, ecc.) e regola l’orologio circadiano del corpo ed è sensibile alla concentrazione di ossigeno.

Si attiva in ipossia e regola l’espressione degli enzimi coinvolti nella glicolisi, la catena coinvolta nel metabolismo del glucosio. In condizioni normossiche, HIF-1 alfa viene modificato post-traduzione dall’enzima prolil-idrossilasi e marcato per la degradazione dall’oncogene Von Hippel-Lindau (VHL). Al contrario, durante l’ipossia quando i livelli di ossigeno sono limitanti o durante lo stress mitocondriale, le subunità di HIF-1 alfa sono protette dalla degradazione dovuta all’inattivazione delle stesse prolil-idrossilasi. L’esercizio mattutino sembra aumentare la capacità delle cellule muscolari di metabolizzare zucchero e grasso, e questo tipo di effetto interessa i ricercatori in relazione alle persone con grave sovrappeso e diabete di tipo 2. D’altra parte, i risultati mostrano anche che l’esercizio di sera aumenta il dispendio energetico nelle ore dopo l’esercizio. Pertanto, i ricercatori non possono necessariamente concludere che l’esercizio al mattino sia meglio che allenarsi la sera. I dati indicano che l’alfa HIF-1 è innescato dall’orologio per rispondere in maniera più robusta a uno stimolo ipossico durante il giorno, quando la richiesta di un’attività intensa può essere maggiore e sollevare interessanti implicazioni teleologiche per la fisiologia degli esercizi umani.

Ci saranno sicuramente persone che amano fare esercizio al mattino presto o fare la corsa in un lungomare o andare in palestra di sera, dopo essere tornati dal lavoro. C’è chi lo fa per abitudine, chi per necessità, chi per scelta personale di piacimento. E va bene così, ma sappiano adesso che hanno un effetto metabolico diverso. Il professore associato Jonas Thue Treebak del Centro per la ricerca metabolica di base della Novo Nordisk, ha spiegato e concluso: “Su questa base non possiamo dire con certezza quale sia il migliore, l’esercizio al mattino o l’esercizio la sera. A questo punto, possiamo solo concludere che gli effetti dei due sembrano differire, e certamente dovremo fare più esperimenti per determinare i potenziali meccanismi per gli effetti benefici dell’allenamento eseguito in questi due momenti. Siamo ansiosi di estendere questi studi all’uomo per identificare se l’esercizio a tempo può essere usato come una strategia di trattamento per le persone con malattie metaboliche”.

  • A cura del Dr. Gianfrancesco Cormaci, PhD, specialista in Biochimica Clinica.

Pubblicazioni scientifiche

Dalbram E et al. J Appl Physiol. 2019; 126(4):993-1005.

Sato S et al, Treebak JT et al. Cell Metab. 2019 Apr 12. 

Basse AL et al., Treebak JT. Front Physiol. 2018; 9:1198. 

Peek CB et al., Bass J. Cell Metab. 2017 Jan; 25(1):86-92. 

Informazioni su Dott. Gianfrancesco Cormaci 1716 Articoli
- Laurea in Medicina e Chirurgia nel 1998 (MD Degree in 1998) - Specialista in Biochimica Clinica nel 2002 (Clinical Biochemistry specialty in 2002) - Dottorato in Neurobiologia nel 2006 (Neurobiology PhD in 2006) - Ha soggiornato negli Stati Uniti, Baltimora (MD) come ricercatore alle dipendenze del National Institute on Drug Abuse (NIDA/NIH) e poi alla Johns Hopkins University, dal 2004 al 2008. - Dal 2009 si occupa di Medicina personalizzata. - Detentore di un brevetto sulla preparazione di prodotti gluten-free a partire da regolare farina di frumento immunologicamente neutralizzata (owner of a patent concerning the production of bakery gluten-free products, starting from regular wheat flour). - Autore di un libro riguardante la salute e l'alimentazione, con approfondimenti su come questa condizioni tutti i sistemi corporei. - Autore di articoli su informazione medica, salute e benessere sui siti web salutesicilia.com e medicomunicare.it

Commenta per primo