Home RICERCA & SALUTE Psoriasi, obesità e diabete: le analisi del rischio per trovare una causa...

Psoriasi, obesità e diabete: le analisi del rischio per trovare una causa comune

Sebbene la base biologica della psoriasi risieda in uno squilibrio autoimmune, la psoriasi è stata associata a componenti della sindrome metabolica, in particolare l’obesità e il diabete. Numerosi fattori possono spiegare questa associazione, tra cui la genetica e una serie di esposizioni ambientali, tra cui il fumo, il consumo di alcol e percorsi immunologici infiammatori condivisi. I percorsi delle molecole, tuttavia, non sono stati approfonditi. Gli studi sui gemelli possono aiutare a esplorare le possibili cause comuni delle malattie associate. Un team dell’Università di Copenaghen e coautori hanno studiato gruppi di gemelli danesi di età compresa tra 20 e 71 anni. I dati di un questionario sulla psoriasi sono stati convalidati con diagnosi di dimissione ospedaliera di diabete di tipo 2 e indice di massa corporea (BMI) auto-riferito. La psoriasi infiammatoria cronica della pelle è stata associata a diabete di tipo 2, BMI e obesità in uno studio sui gemelli danesi e lo studio suggerisce anche la possibilità di una causa genetica comune tra psoriasi e obesità. I dati completi per 33.588 gemelli sono stati inclusi nello studio e più della metà erano donne. La prevalenza della psoriasi nel campione gemellare totale è stata del 4,2% (630 uomini e 771 donne); la prevalenza del diabete era dell’1,4% (235 donne e 224 uomini).

L’indice di massa corporea medio per il gruppo di studio era di 24,5; le persone obese con un BMI da 30 a 34 rappresentavano il 6,3% della popolazione. Tra 459 individui con diabete, la prevalenza della psoriasi era del 7,6% (n=31) rispetto al 4,1% (n=1.370) tra gli individui senza diabete; il BMI medio degli individui con psoriasi era più alto di quelli senza psoriasi, secondo i risultati. Il rischio di obesità (BMI maggiore di 30) era più elevato tra gli individui con psoriasi e la prevalenza dell’obesità aumentava con l’aumento del BMI. Vi erano 720 coppie di gemelli discordanti per la psoriasi, in cui un gemello aveva la malattia e l’altro no. I gemelli con psoriasi avevano un BMI più elevato rispetto ai gemelli gemelli senza psoriasi e avevano maggiori probabilità di essere obesi. La prevalenza del diabete era la stessa nei gemelli con psoriasi rispetto ai co-gemelli senza psoriasi. L’analisi dello studio suggerisce che l’associazione tra psoriasi e obesità potrebbe in parte essere il risultato di una causa genetica comune. La psoriasi potrebbe predisporre gli individui a uno stile di vita più sedentario, portando a comportamenti che li predispongono all’obesità e al diabete, o queste condizioni potrebbero essere una causa della psoriasi.

Uno studio precedente del 2013 aveva indagato su alcuni polimorfismi genetici e adiposità sul rischio di sviluppo della psoriasi. Il set di dati di associazione genmica estesa (GWAS) per la psoriasi comprendeva 9194 partecipanti, tra cui 337 individui con psoriasi clinicamente accertata e 8857 controlli da sei GWAS, nidificati all’interno del Nurses Health Study (NHS), NHS II e Health Professionals’ Follow-up Study. Quarantuno dei 44 polimorfismi correlati alla psoriasi precedentemente segnalati sono stati inclusi nei set di dati GWAS. Dopo aver escluso quelli con elevato squilibrio di collegamento, 33 sono rimasti nell’analisi. Ci sono state interazioni significative tra BMI e due polimorfismi nei geni IL12B e IL23R che codificano per citochine. Un’ulteriore analisi di questi due SNP ha indicato interazioni tra il gene IL12B e circonferenza della vita. Altri studi dimostrano come certe citochine e le adipochine dei tessuti grassi (visfatina, adiponectina, irisina, ecc.) siano variate in modo significativo nei soggetti con psioriasi. La psoriasi, il diabete mellito di tipo 2 e l’obesità sono fortemente associati negli adulti, dopo aver tenuto conto di fattori chiave quali sesso, età e consumo di tabacco.

L’ultimo studio della serie è apparso quest’anno e riguarda lo studio delle correlazioni fra polimorfismi del gene FTO correlato all’obesità e la comparsa di psoriasi. La proteina FTO è un enzima che agisce sull’acido nucleico RNA e la sua espressione è stata significativamente sovra-regolata nell’ipotalamo dei ratti dopo la deprivazione alimentare e fortemente correlata negativamente con l’espressione del peptide simile alla galanina (GALP), che è coinvolto nella stimolazione dell’assunzione di cibo. 197 pazienti con psoriasi, di origine polacca, sono stati sottoposti a esame fisico, analisi del sangue per tipizzazione genetica e misurazioni antropometriche, da un team di ricercatori della Wroclaw Medical University. Circa il 63% dei pazienti era portatore di almeno un allele A a rischio e il 20% era omozigoti AA. L’allele A era associato ad un aumento dell’IMC e delle circonferenze dell’anca e della vita. I portatori di allele a rischio avevano aumentato i valori di PASI e proteina C-reattiva e tendevano ad avere una maggiore concentrazione sanguigna di insulina. I risultati indicano quindi una comune eziologia genetica della psoriasi e dell’obesità.

Condurre studi futuri su geni specifici e fattori epigenetici che causano questa associazione è rilevante. Potrebbe davvero aiutare a identificare in anticipo quelli predisposti e renderli consapevoli del rischio.

  • a cura del Dr. Gianfrancesco Cormaci, PhD, specialista in Biochimica Clinica.

Pubblicazioni scientifiche

Tupiskowska-Marzec et al. Biomed Res Int. 2019; 2019:7304345.

Lønnberg AS et al. JAMA Dermatol. 2016 Jul 1;152(7):761-67.

Sereflican B et al. Acta Dermatovenerol Croat. 2016; 24(1):13.

Baran A et al. Postepy Dermatol Alergol. 2015; 32(2):101-106.

Dott. Gianfrancesco Cormaci
- Laurea in Medicina e Chirurgia nel 1998 (MD Degree in 1998) - Specialista in Biochimica Clinica nel 2002 (Clinical Biochemistry residency in 2002) - Dottorato in Neurobiologia nel 2006 (Neurobiology PhD in 2006) - Ha soggiornato negli Stati Uniti, Baltimora (MD) come ricercatore alle dipendenze del National Institute on Drug Abuse (NIDA/NIH) e poi alla Johns Hopkins University, dal 2004 al 2008. - Dal 2009 si occupa di Medicina personalizzata. - Guardia medica presso strutture private dal 2010 - Detentore di due brevetti sulla preparazione di prodotti gluten-free a partire da regolare farina di frumento immunologicamente neutralizzata (owner of patents concerning the production of bakery gluten-free products, starting from regular wheat flour). - Responsabile del reparto Ricerca e Sviluppo per la società CoFood s.r.l. (leader of the R&D for the partnership CoFood s.r.l.) - Autore di un libro riguardante la salute e l'alimentazione, con approfondimenti su come questa condizioni tutti i sistemi corporei. - Autore di articoli su informazione medica e salute sui siti web salutesicilia.com, medicomunicare.it e in lingua inglese sul sito www.medicomunicare.com

ARTICOLI PIU' LETTI