Home BENESSERE & SALUTE Chirurgia bariatrica in adolescenza: le tecniche si raffinano e la metodica è...

Chirurgia bariatrica in adolescenza: le tecniche si raffinano e la metodica è più sicura

L’obesità è un problema mondiale e la sua prevalenza cresce ogni anno. La chirurgia bariatrica come metodo di trattamento è diventata una terapia consolidata e rinomata per la gestione di pazienti con obesità patologica. La crescente popolarità della terapia chirurgica per l’obesità patologica ha portato ad un aumento della consapevolezza delle particolari sfide che i pazienti bariatrici pongono sia agli anestesisti che ai chirurghi. Sebbene la chirurgia bariatrica sia stata introdotta alla fine degli anni ’50, l’uso della chirurgia mini-invasiva ha avuto l’impatto più significativo sul miglioramento dei risultati. Negli Stati Uniti, ci sono quasi cinque milioni di adolescenti dai 10 ai 17 anni con obesità, secondo recenti rapporti. I bambini con obesità patologica o grave – definita da un indice di massa corporea (BMI) pari o superiore al 99° percentile per i bambini della stessa età e sesso – hanno un rischio maggiore di sviluppare gravi condizioni di salute, tra cui diabete di tipo 2 ed ipertensione. Ogni anno, meno dell’1% dei bambini con obesità patologica viene sottoposto a procedure chirurgiche per la perdita di peso. Secondo un nuovo studio condotto da Penn Medicine e dall’ospedale pediatrico di Filadelfia (CHOP), la chirurgia bariatrica è sicura e, in molti casi, vantaggiosa per gli adolescenti con obesità patologica che altrimenti rischiano di aumentare il rischio di sviluppare gravi problemi di salute, tra cui le malattie cardiache e ictus.

I ricercatori hanno presentato le loro scoperte domenica 27 ottobre all’American Academy of Pediatrics (AAP) 2019 National Conference & Exhibition a New Orleans. Per esaminare se l’IMC o l’età erano associati a una maggiore probabilità di essere riammessi in ospedale entro 30 giorni dall’intervento, o in presenza di complicanze postoperatorie, il team Penn ha utilizzato un database nazionale validato per studiare l’incidenza, i risultati e le tendenze della chirurgia bariatrica adolescenziale. Hanno esaminato più di 3.700 casi riguardanti pazienti di età compresa tra 10 e 19 anni sottoposti a bypass gastrico Roux-en-Y minimamente invasivo (laparoscopico o robotico) o gastrectomia a manica, che comporta la rimozione di parte dello stomaco per renderlo più piccolo. I ricercatori hanno scoperto che pochissimi pazienti hanno manifestato complicanze (1,4%), riammissioni (3,5%) o reinterventi (1%). Nessuno dei pazienti è deceduto entro 30 giorni dall’intervento. Hanno anche osservato uno spostamento nella procedura chirurgica preferita, con la percentuale di casi di gastrectomia della manica che è passata dal 74% nel 2015 all’84% nel 2017. I ricercatori attribuiscono il passaggio, in parte, al più alto tasso di riammissioni e complicanze riscontrate da pazienti che ha subito un bypass gastrico Roux-en-Y, che prevede la creazione di una piccola sacca dallo stomaco e il collegamento con l’intestino tenue, per evitare le reazioni gastriche all’introduzione del cibo.

Robert A. Swendiman, MD, MSCE, medico di medicina presso Penn Medicine e autore senior dello studio, ha spiegato i risultati e ha commentato: “Non abbiamo trovato prove che un indice di massa corporea superiore fosse associato ad un aumento della probabilità di scarsi risultati sulla salute a seguito di chirurgia bariatrica adolescenziale. In effetti, i nostri risultati suggeriscono che i pazienti che presentano un BMI più basso per un intervento chirurgico, piuttosto che ritardare la considerazione dell’intervento chirurgico fino a quando gli adolescenti non sviluppano un peggioramento dell’obesità, possono impedire ai pazienti di soffrire delle gravi condizioni di salute associate all’obesità a lungo termine. L’obesità infantile continua ad aumentare, è fondamentale per noi identificare se le procedure di perdita di peso che vengono frequentemente eseguite sugli adulti sono anche opzioni sicure ed efficaci per adolescenti e adolescenti. Una componente di tale valutazione è bilanciare i rischi di un intervento chirurgico per la perdita di peso rispetto all’esposizione prolungata a gravi rischi per la salute associati all’obesità. I ​​nostri risultati mostrano che i rischi della chirurgia bariatrica sono piuttosto bassi, suggerendo che – per i pazienti giusti – la chirurgia può servire come un modo sicuro ed efficace per migliorare la salute di questi pre-adolescenti e adolescenti”.

  • A cura del Dr. Gianfrancesco Cormaci, PhD, specialista in Biochimica Clinica.

Pubblicazioni scientifiche

Galal AM, Boerma EJ et al., Greve JW. Obes Surg. 2019 Oct 23.

Spann MD et al., McEvoy MD.Surg Obes Relat Dis. 2019 Aug 12. 

Griauzde DH et al., Ghaferi AA. BMC Obes. 2018 Dec 3; 5:38.

Malczak P, Pisarska M et al. Obes Surg. 2017 Jan; 27(1):226-235. 

Dott. Gianfrancesco Cormaci
- Laurea in Medicina e Chirurgia nel 1998 (MD Degree in 1998) - Specialista in Biochimica Clinica nel 2002 (Clinical Biochemistry residency in 2002) - Dottorato in Neurobiologia nel 2006 (Neurobiology PhD in 2006) - Ha soggiornato negli Stati Uniti, Baltimora (MD) come ricercatore alle dipendenze del National Institute on Drug Abuse (NIDA/NIH) e poi alla Johns Hopkins University, dal 2004 al 2008. - Dal 2009 si occupa di Medicina personalizzata. - Guardia medica presso strutture private dal 2010 - Detentore di due brevetti sulla preparazione di prodotti gluten-free a partire da regolare farina di frumento immunologicamente neutralizzata (owner of patents concerning the production of bakery gluten-free products, starting from regular wheat flour). - Responsabile del reparto Ricerca e Sviluppo per la società CoFood s.r.l. (leader of the R&D for the partnership CoFood s.r.l.) - Autore di un libro riguardante la salute e l'alimentazione, con approfondimenti su come questa condizioni tutti i sistemi corporei. - Autore di articoli su informazione medica e salute sui siti web salutesicilia.com, medicomunicare.it e in lingua inglese sul sito www.medicomunicare.com

ARTICOLI PIU' LETTI