HomeBENESSERE & SALUTEEsercizio fisico e glicemia: farlo prima di colazione è meglio del contrario

Esercizio fisico e glicemia: farlo prima di colazione è meglio del contrario

Tutti conoscono il detto “a pancia piena si ragiona meglio”; niente di più vero. Ed ancora è noto per esperienza che mangiare (nel giusto) prima di un’attività che richieda concentrazione, può aiutare le funzioni del cervello allo scopo. Come è anche vero che dopo un pranzo pantagruelico o un’abbuffata degna di tale nome, ci si accorge di diventare preda di sonnolenza e una voglia di fare praticamente nulla. Ma quando si tratta della colazione, non ci sono dubbi: è il primo pasto della giornata, serve a dare a giusta carica e, per chi lo gradisce, appaga personalmente e fa iniziare la giornata “col piede giusto”. Ma se si tratta di persone con condizioni mediche? Gli studi ci sono e sono stati diretti principalmente alle due condizioni legate allo stile alimentare: il diabete e l’obesità. Le ultime ricerche sembrano confermare che la migliore gestione del diabete si ha con una colazione più povera di carboidrati e più ricca di proteine. Riguardo all’obesità, ci sono pubblicazioni meno recenti e più recenti che sottolineano come è più colpevole la quota di carboidrati più che quella dei grassi, a causare l’aumento di peso. Secondo un nuovo studio, gli scienziati delle Università di Bath e Birmingham hanno scoperto che cambiando i tempi di quando si mangia o si fa esercizio fisico, le persone possono controllare meglio i livelli di zucchero nel sangue.

Lo studio di sei settimane, che ha coinvolto trenta uomini classificati come obesi o in sovrappeso e ha confrontato i risultati di due gruppi di intervento (che hanno fatto colazione prima / dopo l’esercizio) e un gruppo di controllo (che non ha apportato cambiamenti nello stile di vita), ha scoperto che le persone che avevano eseguito attività fisica prima di colazione bruciava il doppio della quantità di grasso rispetto al gruppo che si allenava dopo la colazione. Hanno scoperto che un aumento del consumo di grassi è principalmente dovuto alla riduzione dei livelli di insulina durante l’esercizio fisico quando le persone hanno digiunato durante la notte, il che significa che possono utilizzare più combustibile dal tessuto adiposo e grasso all’interno dei muscoli come combustibile. Per testare la prova di principio lo studio iniziale ha coinvolto solo uomini, ma studi futuri cercheranno di tradurre questi risultati per diversi gruppi, tra cui le donne. Sebbene ciò non abbia comportato differenze per la perdita di peso nell’arco di sei settimane, ha avuto effetti “profondi e positivi” sulla loro salute perché i loro corpi erano più in grado di rispondere all’insulina, tenendo sotto controllo i livelli di zucchero nel sangue e potenzialmente riducendo il rischio di diabete e malattie cardiache.

Basandosi sulle prove emergenti che i tempi dei pasti in relazione all’esercizio fisico possono cambiare l’efficacia dell’esercizio, il team dietro questo studio ha voluto concentrarsi sull’impatto sui depositi di grasso nei muscoli per gli individui che si sono allenati prima o dopo aver mangiato e l’effetto questo ha avuto una risposta insulinica all’alimentazione. Il dott. Javier Gonzalez del Dipartimento per la salute dell’Università di Bath ha spiegato i risultati: “I nostri risultati suggeriscono che cambiare i tempi di quando mangi in relazione a quando ti alleni può portare a cambiamenti profondi e positivi della tua salute generale. Abbiamo scoperto che gli uomini nello studio che si sono esercitati prima di colazione hanno bruciato il doppio della quantità di grasso rispetto al gruppo che si è esercitato dopo. È importante sottolineare che, sebbene ciò non abbia avuto alcun effetto sulla perdita di peso, ha migliorato notevolmente la loro salute generale. Il gruppo che si è esercitato prima di colazione ha aumentato la propria capacità di rispondere all’insulina, il che è ancora più straordinario dato che entrambi i gruppi di esercizi hanno perso una quantità simile di peso ed entrambi hanno acquisito una quantità simile di forma fisica. L’unica differenza è stata la tempistica dell’assunzione di cibo”.

Nel corso della prova di sei settimane, gli scienziati hanno scoperto che i muscoli del gruppo che si sono esercitati prima della colazione erano più sensibili all’insulina rispetto al gruppo che si era esercitato dopo la colazione, nonostante le sessioni di allenamento identiche e l’assunzione di cibo corrispondente. Anche i muscoli di coloro che si sono esercitati prima di colazione hanno mostrato un aumento maggiore delle proteine ​​chiave, in particolare quelli coinvolti nel trasporto del glucosio dal flusso sanguigno ai muscoli. Per quanto riguarda la risposta dell’insulina all’alimentazione dopo le 6 settimane, il gruppo che si è esercitato dopo la colazione non era in realtà migliore del gruppo di controllo. I ricercatori hanno concluso che l’esercizio fisico a digiuno notturno può aumentare i benefici per la salute dell’esercizio fisico per gli individui, senza cambiare l’intensità, la durata o la percezione del loro sforzo. È loro intenzione, successivamente, esplorare gli effetti a lungo termine di questo tipo di esercizio e se le donne trarranno beneficio allo stesso modo degli uomini.

  • a cura del Dr. Gianfrancesco Cormaci, PhD, specialista in Biochimica Clinica.

Pubblicazioni scientifiche

Bodnaruc AM et al. Appl Physiol Nutr Metab. 2019 Oct 16.

Sawicki P et al. Physiol Behav. 2019 Oct 15; 210:112619.

Ogata H et al., Tanaka H.Br J Nutr. 2019 Aug; 122(4):43.

Dott. Gianfrancesco Cormaci
- Laurea in Medicina e Chirurgia nel 1998 (MD Degree in 1998) - Specialista in Biochimica Clinica nel 2002 (Clinical Biochemistry residency in 2002) - Dottorato in Neurobiologia nel 2006 (Neurobiology PhD in 2006) - Ha soggiornato negli Stati Uniti, Baltimora (MD) come ricercatore alle dipendenze del National Institute on Drug Abuse (NIDA/NIH) e poi alla Johns Hopkins University, dal 2004 al 2008. - Dal 2009 si occupa di Medicina personalizzata. - Guardia medica presso strutture private dal 2010 - Detentore di due brevetti sulla preparazione di prodotti gluten-free a partire da regolare farina di frumento immunologicamente neutralizzata (owner of patents concerning the production of bakery gluten-free products, starting from regular wheat flour). - Responsabile del reparto Ricerca e Sviluppo per la società CoFood s.r.l. (leader of the R&D for the partnership CoFood s.r.l.) - Autore di un libro riguardante la salute e l'alimentazione, con approfondimenti su come questa condizioni tutti i sistemi corporei. - Autore di articoli su informazione medica e salute sui siti web salutesicilia.com, medicomunicare.it e in lingua inglese sul sito www.medicomunicare.com
- Advertisment -
spot_img
spot_img

ARTICOLI PIU' LETTI