Olii essenziali: usi, giovamento e cautele per i sintomi del raffreddore invernale

Almeno 400 milioni di persone nel mondoi contraggono l’influenza ogni anno. Sfortunatamente, i virus dell’influenza cambiano e mutano continuamente, il che rende difficile per i ricercatori sviluppare farmaci efficaci. Di conseguenza, i rimedi naturali come gli oli essenziali sono sempre più popolari. I professionisti della salute tradizionali hanno usato gli oli essenziali per secoli per curare molti disturbi. Oggi gli oli essenziali vengono utilizzati in vari modi, dall’odore dei cosmetici all’aumento della qualità della vita delle persone affette da cancro. Alcune affermazioni sugli effetti degli olii essenziali sono aneddotiche, ma molti studi stanno iniziando a confermare che alcuni oli possono aiutare a combattere o prevenire l’influenza. I ricercatori stanno esplorando sia l’efficacia degli oli essenziali per il trattamento dell’influenza che i modi migliori per applicare questi oli. La ricerca ha scoperto che i seguenti oli essenziali hanno proprietà anti-influenzali significative:

  • L’olio di bergamotto è efficace contro i virus influenzali come un vapore dopo soli 10 minuti di esposizione.
  • L’olio di eucalipto mostra l’attività antivirale come un vapore.
  • L’olio di timo rosso è efficace contro i virus influenzali come fase liquida.
  • L’olio di foglie di cannella mostra anche un’attività antivirale come liquido.
  • L’olio dell’albero del thè verde è efficace contro il virus dell’influenza entro 10 minuti dall’esposizione, come riscontrato in un altro studio.
  • La melissa ha anche dimostrato di impedire la riproduzione del virus dell’influenza aviaria (influenza aviaria).

I ricercatori hanno scoperto che una miscela commerciale di oli essenziali riduce significativamente la capacità di diffusione del virus dell’influenza. Questo prodotto, venduto come doTERRA On Guard, contiene oli essenziali di scorza d’arancia selvatica, germogli di chiodi di garofano, foglie di cannella, corteccia di cannella, foglie di eucalipto e rosmarino. La maggior parte degli oli essenziali è considerata sicura in determinate concentrazioni dalla Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti. Tuttavia, le persone dovrebbero usarli tutti con cautela. Le persone possono provare a usare gli oli essenziali da soli, ma è meglio ricevere prima un consiglio da un aromaterapeuta o da un operatore sanitario alternativo. Esistono due metodi di base per l’utilizzo degli oli essenziali:

  • Applicazione sulla pelle: l’applicazione topica di oli essenziali deve sempre essere effettuata mescolandoli con un olio vettore, come olio di jojoba, olio d’oliva o olio di noci. Possono essere massaggiati o inseriti in lozioni e prodotti per il bagno.
  • Inalazione: questo avviene facendo galleggiare gli oli in acqua calda e inalando i vapori o utilizzando un diffusore di ambiente.

Rischi connessi all’uso

Solo perché gli oli essenziali sono prodotti naturali, non significa che siano innocui. Gli oli essenziali possono causare gravi effetti collaterali se usati in modo errato. Analogamente ad altri farmaci, gli oli essenziali possono causare gravi effetti collaterali se presi in modo improprio o in quantità eccessive. I potenziali rischi degli oli essenziali includono:

  • Irritazione della pelle o delle mucose: i neonati, i bambini piccoli, gli adulti più anziani e le persone con pelle sensibile possono avere maggiori probabilità di sviluppare problemi cutanei a causa degli oli essenziali.
  • Interazioni tra farmaci e integratori: gli oli essenziali possono interagire con i farmaci e gli integratori, quindi è sempre una buona idea parlare con un medico prima di usarli.
  • Fotosensibilità: alcuni oli essenziali, come il bergamotto, rendono la pelle più sensibile alla luce solare. Questo potrebbe portare a gravi scottature se le persone sono esposte alla luce solare o ad una cabina abbronzante entro 24 ore dal trattamento.

Altri consigli

Gli oli essenziali devono essere usati con attenzione e nel modo giusto. L’olio di ranuncolo bianco diluito può essere usato tranquillamente sulla pelle, ma può essere pericolosamente tossico se ingerito. Sebbene l’eucalipto possa essere utile per i sintomi dell’influenza se inalato, può anche causare convulsioni se ingerito. Alle donne incinte si consiglia talvolta di evitare l’uso di oli essenziali a causa della possibilità che i principi attivi attraversino la placenta. Infine, chiunque abbia potenziali allergie dovrebbe anche essere cauto quando si utilizzano gli oli essenziali, in quanto possono arrivare a causare reazioni anche gravi.

  • a cura del Dr. Gianfrancesco Cormaci, PhD, specialista in Biochimica Clinica.
Informazioni su Dott. Gianfrancesco Cormaci 2365 Articoli
- Laurea in Medicina e Chirurgia nel 1998 (MD Degree in 1998) - Specialista in Biochimica Clinica nel 2002 (Clinical Biochemistry specialty in 2002) - Dottorato in Neurobiologia nel 2006 (Neurobiology PhD in 2006) - Ha soggiornato negli Stati Uniti, Baltimora (MD) come ricercatore alle dipendenze del National Institute on Drug Abuse (NIDA/NIH) e poi alla Johns Hopkins University, dal 2004 al 2008. - Dal 2009 si occupa di Medicina personalizzata. - Detentore di un brevetto sulla preparazione di prodotti gluten-free a partire da regolare farina di frumento immunologicamente neutralizzata (owner of a patent concerning the production of bakery gluten-free products, starting from regular wheat flour). - Autore di un libro riguardante la salute e l'alimentazione, con approfondimenti su come questa condizioni tutti i sistemi corporei. - Autore di articoli su informazione medica, salute e benessere sui siti web salutesicilia.com e medicomunicare.it