Breaking news COVID-19: il virus interessa l’intestino e può trasmettersi per via oro-fecale

In due nuovi articoli pubblicati online su Gastroenterology, la rivista ufficiale dell’American Gastroenterological Association, gli investigatori cinesi descrivono l’impatto del coronavirus COVID-19 sul tratto digestivo. Le versioni cartacee saranno pubblicate nel numero di Maggio di Gastroenterology,  Secondo i ricercatori, la via oro-fecale è potenzialmente ed anche molto probabilmente operativa nella diffusione della patologia. La notizia originariamente era stata riportata lo scorso Febbraio, ma a quel tempo probabilmente il focus era sulla trasmissione respiratoria e l’isolamento occasionale del virus nelle feci (e anche nelle urine) di qualche paziente ha fatto pensare ad una via secondaria, piuttosto che parallela.

Data la fequenza dei casi che hanno mostrato sintomi intestinali associati come diarrea, vomito e dolore addominale (ancor di più col crescere del numero dei casi stessi), il problema ora entra in considerazione. L’esempio pratico di diffusione della condizione è praticamente sovrapponibile a quello di un altra infezione nosocomiale ben conosciuta dai clinici, quella da Clostridium difficile, un batterio che alberga naturalmente nel nostro intestino. La trasmissione dell’infezione, una volta stabilitasi e che causa una diarrea debilitante, è esclusivamente oro-fecale ma è attivissima da questo punto di vista. Per contro, il C. difficile è un batterio che non si diffonde per via respiratoria.

Secondo gli esperti, è questa la modalità che avrebbe permesso la diffusione a macchia d’olio dei contagi sulla nave da crociera Diamond Princess. Tornando alle news, i risultati chiave dei due studi sono:

  • Una parte significativa dei pazienti con coronavirus ha diarrea, nausea, vomito e / o disagio addominale prima dei sintomi respiratori.
  • I ricercatori raccomandano di monitorare i pazienti con disagio gastrointestinale iniziale, che consentirà di rilevare, diagnosticare, isolare e intervenire prima.
  • L’RNA virale è rilevabile nelle feci di pazienti con sospetto coronavirus; è ormai chiaro che il virus si diffonde nelle feci.
  • L’infezione gastrointestinale virale e la potenziale trasmissione oro-fecale possono durare anche dopo la clearance virale nel tratto respiratorio.
  • La prevenzione della trasmissione fecale-orale deve essere presa in considerazione per controllare la diffusione del virus. 

Nonostante tutto, le misure di regolare igiene personale, notificate dal Ministero della Salute volte a prevenire e dettate anche dal buon senso, possono essere efficaci nel prevenire la diffusione della malattia anche per questa modalità.

  • a cura del Dr. Gianfrancesco Cormaci, PhD, specialista in Biochimica Clinica.

Pubblicazioni scientifiche

Liang W, Feng Z, Rao S et al. Gut 2020 Feb 26. 

Gao QY, Chen YX et al. J Digest Dis. 2020 Feb 25.

Sito ufficiale del Ministero della Salute: www.salute.gov

Associaziona Americana di Gastroenterologia: www.gastro.org

0 0 vote
Article Rating
Informazioni su Dott. Gianfrancesco Cormaci 2443 Articoli
- Laurea in Medicina e Chirurgia nel 1998 (MD Degree in 1998) - Specialista in Biochimica Clinica nel 2002 (Clinical Biochemistry specialty in 2002) - Dottorato in Neurobiologia nel 2006 (Neurobiology PhD in 2006) - Ha soggiornato negli Stati Uniti, Baltimora (MD) come ricercatore alle dipendenze del National Institute on Drug Abuse (NIDA/NIH) e poi alla Johns Hopkins University, dal 2004 al 2008. - Dal 2009 si occupa di Medicina personalizzata. - Detentore di un brevetto sulla preparazione di prodotti gluten-free a partire da regolare farina di frumento immunologicamente neutralizzata (owner of a patent concerning the production of bakery gluten-free products, starting from regular wheat flour). - Responsabile del reparto Ricerca e Sviluppo per la società CoFood s.r.l. (leader of the R&D for the partnership CoFood s.r.l.) - Autore di un libro riguardante la salute e l'alimentazione, con approfondimenti su come questa condizioni tutti i sistemi corporei. - Autore di articoli su informazione medica, salute e benessere sui siti web salutesicilia.com e medicomunicare.it
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments