Le correlazioni fra livelli di ormoni femminili e peso corporeo

Peso ed ormoni: il problema

I livelli di estrogeni possono essere bassi nelle donne per molte ragioni; la ragione più comune è la menopausa. Questo è quando gli ormoni riproduttivi di una donna declinano e le mestruazioni si fermano. Molte donne notano che guadagnano peso durante questo periodo della loro vita. Un motivo per cui le donne potrebbero aumentare di peso in menopausa, è perché i livelli di ormone stanno cambiando. Uno degli estrogeni chiamato estradiolo diminuisce in menopausa. Questo ormone aiuta a regolare il metabolismo e il peso corporeo; per cui, livelli inferiori di estradiolo possono portare ad un aumento di peso. Durante la loro vita, le donne potrebbero notare un aumento di peso intorno ai fianchi e alle cosce. Tuttavia, dopo la menopausa, le donne tendono ad aumentare di peso nel basso torace e all’addome. Questo tipo di aumento di grasso tende ad accumularsi attorno agli organi, dove è noto come grasso viscerale.

Avere molto grasso viscerale può essere rischioso; esso è stato collegato a diverse altre condizioni mediche, come diabete, cardiopatie, ictus e alcuni tipi di tumori. Oltre a variare i livelli di estrogeni, le donne anziane possono essere meno attive e avere meno massa muscolare, il che significa che bruciano meno calorie durante il giorno. Questi fattori possono tutti aumentare il rischio di una donna per l’aumento di peso durante la transizione alla menopausa. Questi fattori legati all’età possono giocare un ruolo più significativo nell’aumento di peso rispetto ai cambiamenti nei livelli di estrogeni. In linea con questo, una revisione degli studi del 2012 ha concluso che l’aumento di peso non sembra essere influenzato da cambiamenti ormonali legati alla menopausa. La menopausa non è l’unica ragione per cui una donna potrebbe avere bassi livelli di estrogeni.

Eziologie oltre la menopausa

Altre potenziali cause di squilibrio degli estrogeni includono le seguenti condizioni.

Sindrome dell’ovaio policistico (PCOS)

La PCOS è una condizione in cui una donna ha multiple cisti sulle ovaie, di piccole dimensioni, oltre a diversi squilibri ormonali. Possono comparire alti livelli di testosterone e uno squilibrio tra i livelli di estrogeni e progesterone. Le donne con questa condizione tendono ad avere problemi con l’aumento di peso, l’insulino-resistenza e le malattie cardiache.

Allattamento

I livelli di estrogeni rimangono bassi dopo che una donna ha partorito e mentre sta allattando. Questo cambiamento ormonale aiuta a incoraggiare la produzione di latte e a prevenire l’ovulazione e impedire immediatamente qualsiasi altra gravidanza. La prolattina (l’ormone dell’allattamento) e gli estrogeni, infatti, sono in conflitto con le loro azioni biologiche.

Rimozione dell’ovaio

Una donna che ha avuto entrambe le sue ovaie rimosse chirurgicamente passerà attraverso la menopausa improvvisa. Non libererà più gli ovuli, né produrrà estrogeni e progesterone. Di conseguenza, i fenomeni estrogeno-dipendenti subiranno un indebolimento progressivo ma lento.

Anoressia

L’anoressia è un grave disturbo alimentare psichiatrico in cui non si assumono abbastanza calorie. Questo deficit mette il loro corpo in uno stato di fame e ridurrà la quantità di estrogeni prodotta dal loro corpo.

Esercizio vigoroso

È stato dimostrato che l’esercizio vigoroso o estremo riduce la produzione di estrogeni a causa dei bassi livelli di grasso corporeo. Già un’improvvisa perdita di peso del 10% interferisce con l’attività dell’estradiolo e blocca le mestruazioni.

Sintomi e loro gestione

I sintomi di estrogeni circolanti bassi includono: mestruazioni irregolari o mancate, vampate, sudorazioni notturne, insonnia, secchezza vaginale, irritabilità, cefalea, libido ridotta e secchezza della pelle. Le donne che avvertono uno di questi sintomi dovrebbero parlare con il loro medico. Un esame del sangue potrà misurare i livelli di estrogeni e determinare se è la colpa di uno squilibrio ormonale. Le donne dovrebbero tenere traccia dei loro periodi mestruali, incluso quando iniziano e terminano, e di qualsiasi altro sintomo o problema che stanno vivendo. Avere queste informazioni prontamente disponibili può aiutare un medico a diagnosticare potenziali squilibri ormonali.

Il mantenimento di un peso sano, anche se correlato a uno squilibrio di estrogeni, inizia con il mangiare bene e rimanere attivi. Una dieta salutare per gestire il peso significa: evitare cibi trasformati, bevande gassate, succhi di frutta e alcolici; mangiare quotidianamente frutta e verdura inclusi cereali integrali e proteine magre insieme a grassi vegetali salutari; rimanere, infine, idratati bevendo molta acqua. Molto spesso quello che sembra acquisizione di peso può, in realtà, dipendere dalla ritenzione di liquidi per scarsa assunzione di acqua. Essere attivi è anche molto importante per gestire l’aumento di peso correlato agli estrogeni. Oltre al normale esercizio, come fare jogging, nuotare o camminare, le persone dovrebbero aggiungere un allenamento di forza per aiutare a costruire muscoli e promuovere la salute ossea. Sono disponibili in commercio integratori studiati allo scopo.

  • a cura del Dr. Gianfrancesco Cormaci, PhD, specialista in Biochimica Clinica.
Informazioni su Dott. Gianfrancesco Cormaci 2227 Articoli
- Laurea in Medicina e Chirurgia nel 1998 (MD Degree in 1998) - Specialista in Biochimica Clinica nel 2002 (Clinical Biochemistry specialty in 2002) - Dottorato in Neurobiologia nel 2006 (Neurobiology PhD in 2006) - Ha soggiornato negli Stati Uniti, Baltimora (MD) come ricercatore alle dipendenze del National Institute on Drug Abuse (NIDA/NIH) e poi alla Johns Hopkins University, dal 2004 al 2008. - Dal 2009 si occupa di Medicina personalizzata. - Detentore di un brevetto sulla preparazione di prodotti gluten-free a partire da regolare farina di frumento immunologicamente neutralizzata (owner of a patent concerning the production of bakery gluten-free products, starting from regular wheat flour). - Autore di un libro riguardante la salute e l'alimentazione, con approfondimenti su come questa condizioni tutti i sistemi corporei. - Autore di articoli su informazione medica, salute e benessere sui siti web salutesicilia.com e medicomunicare.it