Sclerosi multipla e qualità di vita: come impatta sulla funzione sessuale nei pazienti maschi

La sclerosi multipla (SM) è una malattia cronica, infiammatoria e demielinizzante del sistema nervoso centrale. È causato da reazioni autoimmuni e infiammatorie ed è caratterizzata da disfunzioni episodiche e neurologiche. La SM si sviluppa frequentemente in giovani adulti di età compresa tra 20 e 40 anni. I sintomi della sclerosi multipla sono generalmente complessi e influenzano considerevolmente la qualità della vita dei pazienti. Secondo quanto riferito, la SM è una delle cause più comuni di disabilità neurologica progressiva nei giovani adulti. La sclerosi multipla è comunemente associata a spasticità, tremore, debolezza muscolare, disturbi sensoriali, depressione, problemi cognitivi, disfunzione della vescica e dell’intestino e disfunzione sessuale (DIS), che influenzano gravemente la qualità della vita. Le malattie croniche sono spesso collegate a disfunzione sessuale, una complicazione associata alla SM e una condizione cronica che è ancora trascurata e non segnalata. Tuttavia, fino ad oggi, molti pazienti con SM considerano i loro problemi sessuali un tabù da discutere. Allo stesso modo, la DS nei pazienti con SM è di solito trascurata e non sufficientemente messa in discussione dagli operatori sanitari.

La SM ha un effetto negativo sulla sessualità sia negli uomini che nelle donne. In studi precedenti, il tasso di SD nei pazienti con SM era mediamente del 75% negli uomini e del 66% nelle donne. Sebbene la SD sia frequentemente osservata in pazienti con SM e abbia un grave impatto sulla qualità della vita, di solito non è stata esaminata. Pertanto, è essenziale avere una buona comprensione della disfunzione sessuale, che è secondaria alla SM. Ecco perché un team di ricercatori clinici neurologi della Meram Medical Faculty di Konya, in Turchia, ha eseguito un’indagine di paragone su una coorte di 64 uomini con SM accertata, paragonando i dati con quelli di 60 soggetti sani. Per essere sicuri che la sintomatologia depressiva si potesse attribuire unicamente alla malattia in sé e alla qualità di vita che producesse, i ricercatori hanno escluso dall’arruolamento clinico tutti coloro che avessero storia di depressione altre gravi patologie psichiatriche, uso di antidepressivi o ansiolitici, storia di alcolismo, presenza di artrite reumatoide ed altre gravi spondilopatie, artrosi del ginocchio o dell’anca. Entrambi i gruppi erano simili in termini di età, indice di massa corporea (BMI), durata del matrimonio e struttura familiare.

Il gruppo di controllo aveva un reddito mensile e tassi di occupazione significativamente più alti rispetto al gruppo di studio. La DS in questi pazienti con SM è aumentata con un aumento del livello di disabilità: i livelli di SD, misurati usando i punteggi IIEF, erano più bassi nel gruppo di studio rispetto a quelli nel gruppo di controllo. I fattori psicologici costituiscono un’altra importante causa di SD nei pazienti con SM. Secondo quanto riferito, la depressione è il disturbo psichiatrico più comune nei pazienti con SM, con un’incidenza superiore a qualsiasi altro disturbo cronico. In questo studio, l’incidenza della depressione nello studio è stata del 62,5%, che è significativamente più alta di quella nel gruppo di controllo. Il dolore potrebbe innescare un altro fattore eziologico che interferisce con il desiderio sessuale. Secondo quanto riferito, il 42% dei pazienti con SM sviluppa un forte dolore, con conseguenti notevoli limitazioni, mentre il 20% soffre di lievi disturbi. Il dolore nelle malattie croniche può provocare riduzione del desiderio sessuale, soddisfazione sessuale e numero e durata del rapporto sessuale. Uno studio ha dimostrato che alti livelli di dolore nell’artrite reumatoide influenzano negativamente le funzioni sessuali.

È altrettanto probabile che sia la componente dolorosa che quella depressiva, siano responsabile della maggiore presenza di disfunzioni sessuali nei pazienti in esame. Per questo motivo, i pazienti maschi con sclerosi multipla dovrebbero essere ulteriormente valutati in termini di sindrome depressiva durante le visite di follow-up. Se si riscontra che soffrono di disfunzione erettile, le sue cause dovrebbero essere identificate, seguite da un trattamento adeguato. Bisogna tenere conto che la sclerosi multipla può sia causare depressione perché è causa di invalidità, sia perché il danno alla mielina cerebrale può effettivamente danneggiare aree critiche. Ma la depressione nei soggetti maschili potrebbe dipendere dalle loro difficoltà nelle normali prestazioni di coppia. Quindi, i pazienti e i loro coniugi devono essere informati sul disturbo e sui possibili problemi sessuali che accompagnano la malattia.

  • A cura del Dr. Gianfrancesco Cormaci, PhD, specialista in Biochimica Clinica.

Pubblicazioni scientifiche

Odabas F et al. Arch Neuropsych 2018; 55:349.

Gumus H et al. J Sexual Med 2014; 11:481–86.

Guo ZN et al. Asian J Androl 2012; 14:530–535.

Fletcher SG et al. Nat Clin Pract Urol 2009; 6:96.

0 0 vote
Article Rating
Informazioni su Dott. Gianfrancesco Cormaci 2376 Articoli
- Laurea in Medicina e Chirurgia nel 1998 (MD Degree in 1998) - Specialista in Biochimica Clinica nel 2002 (Clinical Biochemistry specialty in 2002) - Dottorato in Neurobiologia nel 2006 (Neurobiology PhD in 2006) - Ha soggiornato negli Stati Uniti, Baltimora (MD) come ricercatore alle dipendenze del National Institute on Drug Abuse (NIDA/NIH) e poi alla Johns Hopkins University, dal 2004 al 2008. - Dal 2009 si occupa di Medicina personalizzata. - Detentore di un brevetto sulla preparazione di prodotti gluten-free a partire da regolare farina di frumento immunologicamente neutralizzata (owner of a patent concerning the production of bakery gluten-free products, starting from regular wheat flour). - Autore di un libro riguardante la salute e l'alimentazione, con approfondimenti su come questa condizioni tutti i sistemi corporei. - Autore di articoli su informazione medica, salute e benessere sui siti web salutesicilia.com e medicomunicare.it
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments