Home ALIMENTAZIONE & SALUTE Le diete detox: come funzionano? Sono utili ed efficaci?

Le diete detox: come funzionano? Sono utili ed efficaci?

Introduzione

La promozione di programmi dietetici come un modo per disintossicare il corpo è molto comune. Anche se il corpo può disintossicarsi attraverso la biotrasformazione, le persone pubblicizzano diete detox come un modo per promuovere l’eliminazione ottimale delle tossine, migliorare la salute generale e incoraggiare la perdita di peso. Questi piani in genere comportano restrizioni dietetiche e integrazione con vari nutrienti ed erbe. Anche se le diete detox sono popolari nel mondo del benessere, la maggior parte di queste diete non sono necessarie e alcune possono persino essere dannose per la salute generale. In questa caratteristica speciale, spiegheremo cosa sono le diete disintossicanti e vediamo cosa dice la scienza sul fatto che offrono benefici per la salute.

Come si disintossica il corpo?

Come parte del suo lavoro costante per rimanere in salute, il corpo rimuove continuamente sostanze potenzialmente dannose attraverso la disintossicazione. Il sistema di disintossicazione del corpo è complesso e coinvolge più organi, inclusi fegato, reni e pelle. I normali processi metabolici producono tossine in modo endogeno, ma il corpo le acquisisce anche in modo esogeno attraverso l’esposizione a farmaci e sostanze chimiche nel cibo e nell’ambiente. La disintossicazione coinvolge processi chiamati biotrasformazione, durante i quali l’alterazione della struttura chimica delle sostanze tossiche le rende inattive. Ci si può sbarazzare delle tossine o per coniugazione (con metaboliti che le neutralizzano) o per conversione (gli enzimi corporei le modificano). Il corpo quindi espelle queste sostanze generalmente attraverso gli emuntori urinari e gli scarti intestinali. La capacità del corpo di disintossicarsi dipende da vari fattori, tra cui età, sesso, condizioni di salute, genetica, farmaci e dieta. Ad esempio, poiché la maggior parte dei processi di disintossicazione del corpo ha luogo nelle cellule del fegato, ogni malattia del fegato può compromettere la disintossicazione, che può portare all’accumulo di sostanze nocive come l’ammoniaca, l’urea ed altre. Lo stesso vale per i reni: ogni problema con le funzioni renali, determina un accumulo di prodotti che dovrebbero essere eliminati con le urine. In questo caso sono meno tossici dei prodotti di partenza.

Cosa sono le diete detox?

Questi programmi prevedono comunemente il digiuno di succhi, l’integrazione, diete vegane rigorose, diete liquide, il digiuno o altri metodi che presumibilmente disintossicano il corpo. I programmi di disintossicazione possono anche incoraggiare l’uso di pratiche potenzialmente pericolose, come i clisteri di caffè in cui una persona somministra il caffè attraverso il retto. I ricercatori hanno collegato i clisteri di caffè auto-somministrati a gravi effetti collaterali, come ustioni rettali, squilibri elettrolitici e perforazione rettale. Questa pratica può anche essere fatale. Nonostante le numerose affermazioni di miglioramento della salute da parte di creatori e sostenitori della dieta disintossicante, la maggior parte dei programmi di disintossicazione non ha prove cliniche a sostegno della loro efficacia o sicurezza. Inoltre, i programmi di dieta detox possono essere costosi, specialmente quelli che incoraggiano l’uso di erbe e altri integratori alimentari. Una varietà di diete detox è disponibile online, tra cui succhi e frullati disintossicanti e disintossicanti a base vegetale.

Molte diete detox non sono dannose perché di solito le seguono solo per diversi giorni e in genere comprendono alimenti a base vegetale come frullati e succhi. Tuttavia, le diete detox che comportano lunghi periodi di digiuno o estrema restrizione calorica, l’uso di integratori a base di erbe o pratiche come i clisteri possono portare a pericolosi effetti collaterali e potenzialmente avere conseguenze sulla salute a lungo termine. Una disintossicazione completa del corpo, o purificazione, è un piano che le persone seguono nel tentativo di eliminare le tossine dal corpo. Le tossine, come i veleni o gli inquinanti, sono sostanze che influiscono negativamente sulla salute. Il corpo può già eliminare queste sostanze da solo attraverso il fegato, i reni, il sistema digerente e la pelle. I sostenitori della detossificazione affermano che il disintossicarsi può aiutare con questo processo. Non esiste una definizione unica di ciò che comporta una disintossicazione completa del corpo, ma potrebbe richiedere a una persona di:

  • seguire una dieta specifica
  • seguire un protocollo veloce
  • bere più acqua o succhi
  • utilizzare integratori
  • utilizzare l’irrigazione del colon, clisteri o lassativi
  • utilizzare una sauna
  • ridurre l’esposizione alle tossine nel loro ambiente

Le diete detox sono utili e/o necessarie?

Mentre alcune persone credono che le disintossicazioni di tutto il corpo forniscano benefici per la salute, non sono necessarie per la maggior parte delle persone. Il corpo ha già un proprio sistema di disintossicazione altamente efficiente per eliminare le tossine dal corpo. A volte, le persone hanno condizioni mediche che richiedono aiuto con la disintossicazione. Ad esempio, le persone con avvelenamento da metalli pesanti possono sottoporsi a terapia chelante. Questa è una procedura che rimuove i metalli pesanti dal corpo tramite sostanze specifiche. Fra queste l’EDTA ed alcuni composti a base di zolfo come la N-acetil-cisteina, il glutatione e il dimercaprolo. Alcune di queste richiedono una prescrizione medica esclusiva. Tuttavia, le persone che sono in buona salute in genere non richiedono ulteriore aiuto con la disintossicazione.

Anche se la maggior parte delle diete disintossicanti non sono necessarie, ciò non significa che gli alimenti che una persona sceglie di consumare non influenzino il sistema di disintossicazione del corpo. Il corpo accumula sostanze nocive dall’ambiente. Questi includono metalli pesanti, come il mercurio e gli inquinanti organici persistenti (POP). Questi composti di sintesi sono contaminanti ambientali presenti negli alimenti, nel suolo e nell’acqua. Si accumulano nel grasso corporeo e la ricerca li ha collegati a infiammazione cronica, problemi endocrini, stress ossidativo e aumento del rischio di mortalità. Anche se il corpo è attrezzato per disintossicarsi, seguire una dieta nutriente e limitare l’esposizione a sostanze tossiche negli alimenti e nell’ambiente può aiutare a sostenere gli organi coinvolti nella biotrasformazione e, per estensione, a promuovere la salute. Tuttavia, questo non significa che una persona debba seguire un programma di disintossicazione.

Invece, dovrebbero supportare la capacità del loro corpo di disintossicarsi seguendo una dieta equilibrata. Ad esempio, una dieta carente di proteine ​​influenzerà negativamente la capacità del corpo di disintossicarsi perché ha bisogno di proteine ​​per le reazioni enzimatiche Fonte attendibile che sono fondamentali per il processo di disintossicazione. Sfortunatamente, la maggior parte dei programmi dietetici disintossicanti manca di proteine, il che può ridurre la capacità del corpo di disintossicarsi adeguatamente. La fibra vegetale è un altro nutriente importante che può aiutare a migliorare l’escrezione di tossine attraverso le feci. Può anche migliorare la funzione di barriera intestinale, che può aiutare a proteggere gli organi coinvolti nella disintossicazione dai batteri infiammatori. Alcune prove suggeriscono anche che il digiuno può aiutare a promuovere la salute del fegato, che è il principale sito di disintossicazione, oltre a migliorare la funzione degli enzimi coinvolti nella disintossicazione.

Studi scientifici sulle diete detox

Anche se è chiaro che una dieta sana è importante per il sistema di disintossicazione del corpo, gli studi sulle diete disintossicanti commerciali non hanno mostrato risultati promettenti. La ricerca in questo settore è carente, con l’attuale corpo di ricerca limitato a studi mal progettati. Una revisione del 2015 ha rilevato che un piccolo numero di studi clinici che indagano sugli effetti delle diete disintossicanti hanno scoperto che alcuni programmi possono migliorare la disintossicazione del fegato e ridurre i livelli di POP nel corpo. Tuttavia, gli autori sottolineano che questi studi erano imperfetti e avevano campioni di piccole dimensioni. In uno studio del 2015 che ha coinvolto 84 donne, i ricercatori hanno chiesto ad alcuni partecipanti di seguire una dieta disintossicante al limone a basso contenuto calorico composta da succo di limone e sciroppi e altri partecipanti a seguire una dieta placebo a basso contenuto calorico per 7 giorni. Entrambi i gruppi hanno sperimentato una perdita di peso e una riduzione dei livelli di insulina, suggerendo che la restrizione calorica, non la dieta disintossicante stessa, ha migliorato la salute.

Inoltre, i consumatori dovrebbero diffidare degli integratori che presumibilmente disintossicano il corpo. Questi integratori contengono spesso una miscela di sostanze nutritive ed erbe che possono interagire con i farmaci comunemente prescritti. Uno studio del 2019 che ha coinvolto 22 donne ha scoperto che il consumo di un integratore disintossicante – contenente 1.350 milligrammi di una miscela brevettata di foglia di papaya, corteccia di cascara sagrada, corteccia di olmo scivoloso, foglia di menta piperita, foglia di lampone rosso, semi di fieno greco, radice di zenzero e foglia di senna – per 4 settimane non hanno fornito alcun beneficio per la salute. Anche se la ricerca mostra che alcuni integratori, come la N-acetil-cisteina e cibi specifici, comprese le verdure crocifere, possono giovare al sistema di disintossicazione naturale del corpo, il modo più semplice per promuovere la salute generale e sostenere gli organi coinvolti nella disintossicazione è quello di seguire una dieta nutriente ricca di proteine, frutta e verdura.

Problemi potenziali

Anche se alcuni programmi di disintossicazione possono essere innocui, ci sono problemi di sicurezza sui programmi di disintossicazione che utilizzano metodi estremi. Digiunare per lunghi periodi, limitare pesantemente le calorie e assumere determinati integratori alimentari può portare a effetti negativi sulla salute, come carenze nutrizionali, debolezza, cambiamenti di umore, disidratazione e altro ancora. Alcuni gruppi di persone dovrebbero evitare diete disintossicanti perché sono a maggior rischio di effetti avversi. Queste persone includono:

• individui con condizioni di salute croniche

• chiunque sia incinta o allatti al seno

• bambini e adolescenti

• persone sottopeso

• quelli con disturbi alimentari o una storia di queste condizioni

Prima di intraprendere una dieta disintossicante, vale la pena discutere i piani con un operatore sanitario, in particolare se la persona sta assumendo farmaci su prescrizione. Una dieta equilibrata è importante per la salute e il sistema di disintossicazione naturale del corpo, ma non è necessario seguire una dieta disintossicante speciale. Questi programmi sono in genere costosi e possono mancare di nutrienti essenziali per la biotrasformazione, come le proteine.

Conclusioni

Anche se le diete che presumibilmente possono aiutare a disintossicare il corpo sono popolari, mancano le prove scientifiche a sostegno della loro efficacia. D’altra parte, molte ricerche supportano l’idea che seguire una dieta equilibrata ed evitare di bere, fumare e l’esposizione a tossine ambientali può supportare la salute generale, compreso il sistema di disintossicazione del corpo. Secondo la ricerca attualmente disponibile, le diete detox non sono necessarie ed è improbabile che giovino alla salute in modo significativo. In alcuni casi possono anche essere dannosi.

A cura del Dr. Gianfrancesco Cormaci, PhD, specialista in Biochimica Clinica.

Pubblicazioni scientifiche

Passos JA et a. Cien Saude Colet. 2020; 25(7):2615-2631. 

Obert J et al. Curr Gastroenterol Rep. 2017 Nov; 19(12):61.

Klein AV, Kiat H.J Hum Nutr Diet. 2015 Dec; 28(6):675-86.

Cline JC. Altern Ther Health Med. 2015 May-Jun; 21(3):54-62.

Kim MJ, Hwang JH et al. Nutr Res. 2015 May; 35(5):409-20.

Shriner RL. Experim Gerontol. 2013 Oct; 48(10):1068-1074. 

Dott. Gianfrancesco Cormaci
- Laurea in Medicina e Chirurgia nel 1998 (MD Degree in 1998) - Specialista in Biochimica Clinica nel 2002 (Clinical Biochemistry residency in 2002) - Dottorato in Neurobiologia nel 2006 (Neurobiology PhD in 2006) - Ha soggiornato negli Stati Uniti, Baltimora (MD) come ricercatore alle dipendenze del National Institute on Drug Abuse (NIDA/NIH) e poi alla Johns Hopkins University, dal 2004 al 2008. - Dal 2009 si occupa di Medicina personalizzata. - Guardia medica presso strutture private dal 2010 - Detentore di due brevetti sulla preparazione di prodotti gluten-free a partire da regolare farina di frumento immunologicamente neutralizzata (owner of patents concerning the production of bakery gluten-free products, starting from regular wheat flour). - Responsabile del reparto Ricerca e Sviluppo per la società CoFood s.r.l. (leader of the R&D for the partnership CoFood s.r.l.) - Autore di un libro riguardante la salute e l'alimentazione, con approfondimenti su come questa condizioni tutti i sistemi corporei. - Autore di articoli su informazione medica e salute sui siti web salutesicilia.com, medicomunicare.it e in lingua inglese sul sito www.medicomunicare.com

ARTICOLI PIU' LETTI