HomeMEDICINA NATURALEL'agopuntura nel dolore cronico: le evidenze scientifiche a favore

L’agopuntura nel dolore cronico: le evidenze scientifiche a favore

L’agopuntura è stata sempre più utilizzata come terapia integrativa o complementare per il dolore. Tradizionalmente si pensa che l’agopuntura ristabilisca il normale flusso di energia (Qi) nel corpo. Nell’era moderna, è stato provato che l’agopuntura ha molteplici effetti sul sistema nervoso centrale e periferico. La risonanza magnetica funzionale ha permesso di studiare le risposte del cervello all’agopuntura. Il rilascio serotonina, noradrenalina ed altri analgesici endogeni (endorfine ed endocannabinoidi) può avere effetti a valle sui recettori del dolore, sulle citochine infiammatorie e su altri meccanismi fisiologici che possono modificare la percezione del dolore. Tuttavia, i meccanismi molecolari dell’agopuntura non sono completamente noti. L’agopuntura ha dimostrato di essere utile in alcune sindromi dolorose, sebbene le raccomandazioni non siano generalmente forti e la maggior parte delle prove sia di qualità bassa o moderata. Quali evidenze ci sono che l’agopuntura può funzionare in certe sindromi dolorose?

Mal di testa

L’agopuntura è stata studiata in pazienti con cefalea cronica quotidiana idiopatica o tensivo e per la profilassi dell’emicrania. Una revisione Cochrane del 2016 ha confrontato l’agopuntura con le cure abituali e l’agopuntura fittizia per il mal di testa da tensione. Rispetto a coloro che hanno ricevuto l’agopuntura fittizia, i pazienti che si sono sottoposti ad agopuntura vera hanno visto ridurre la frequenza della loro cefalea di almeno il 50%. Un’altra revisione Cochrane ha confrontato l’agopuntura vera con la profilassi farmacologica, nessun trattamento e l’agopuntura fittizia per la prevenzione dell’emicrania episodica. Più pazienti che hanno ricevuto l’agopuntura vera hanno avuto una riduzione di almeno il 50% del mal di testa rispetto all’agopuntura fittizia e alla profilassi farmacologica (57% contro 46%). Una revisione sistematica separata dello stesso anno ha raggiunto conclusioni simili. Dati di paragone farmacologico indicano che l’agopuntura è efficace quanto i farmacii convenzionali di profilassi come l’acido valproico (Depakin) e il topiramato (Topamax).

Mal di schiena

La lombalgia è un motivo comune per cui le persone cercano un trattamento di agopuntura. Negli ultimi due decenni, ci sono stati più di 600 articoli scientifici che descrivono le indagini sull’agopuntura per la lombalgia acuta e cronica. Nel 2005, una revisione Cochrane ha concluso che i dati in quel momento non consentivano di trarre conclusioni definitive sull’efficacia dell’agopuntura per il mal di schiena acuto. Per la lombalgia cronica, l’agopuntura è risultata più efficace per alleviare il dolore e migliorare la funzionalità, rispetto a nessun trattamento o trattamento simulato a breve termine. Una revisione sistematica del 2013 dell’agopuntura per la lombalgia acuta ha dimostrato un piccolo ma statisticamente significativo miglioramento intensità del dolore con agopuntura vera vs. simulata. In un’altra revisione sistematica e meta-analisi di 25 studi sulla lombalgia cronica non specifica nello stesso anno, l’agopuntura vera è stata associata a una riduzione statisticamente e clinicamente significativa del dolore rispetto all’agopuntura fittizia. Le conclusioni attuali indicano che l’agopuntura può essere più efficace nel mal di schiena cronico piuttosto che quello acuto.

Artrosi del ginocchio

I risultati di più revisioni sistematiche e meta-analisi hanno dimostrato miglioramenti clinicamente significativi a breve termine nel dolore da osteoartrosi del ginocchio, inclusa una revisione Cochrane del 2010 dell’agopuntura per l’osteoartrite periferica (12 su 16 studi includevano solo persone con osteoartrosi del ginocchio). Rispetto ai controlli in lista d’attesa, l’agopuntura è stata associata a miglioramenti clinicamente e statisticamente significativi nel dolore da osteoartrosi. Rispetto all’agopuntura fittizia, l’agopuntura vera non era significativamente migliore clinicamente. Ciò può indicare che le risposte al placebo potrebbero essere un importante meccanismo di miglioramento dei sintomi. Oppure che la causa sottostante alla degenerazione della cartilagine del ginocchio non è legata all’età e quindi una regolare artrosi.

Altre condizioni dolorose

Secondo la revisione di articoli recenti, l’agopuntura tradizionale cinese e l’agopuntura del cuoio capelluto sembrano aiutare a migliorare i sintomi della sclerosi multipla (tra cui affaticamento, deficit funzionali neurali, dolore, disturbi dell’andatura e disfunzione della vescica) e ridurre le ricadute. Pertanto, l’agopuntura potrebbe essere utilizzata come terapia integrativa nei pazienti con questa condizione. Una revisione Cochrane ha concluso che l’agopuntura può migliorare il dolore e la rigidità nelle persone con fibromialgia, sulla base di prove di qualità da bassa a moderata. In particolare l’elettro-agopuntura allevia il dolore al collo meglio dell’agopuntura fittizia al completamento del trattamento e al follow-up a breve termine. In altri studi è stato dimostrato che l’agopuntura migliora il dolore post-operatorio e riduce l’uso di analgesici oppioidi, ma sono studi con pochissimi pazienti. Se ci fossero più dati al riguardo, al posto dell’uso di antidolorifici (con tutti i loro effetti collaterali) l’uso dell’elettro-agopuntura potrebbe essere più pratico e con un risvolto economico migliore per il paziente.

  • A cura del Dr. Gianfrancesco Cormaci, PhD, specialista in Biochimica Clinica.

Pubblicazioni scientifiche

Khodaie F et a. Mult Scler Relat Disord. 2022; 60:103715.

İnci H, İnci F. Med Acupunct. 2021 Feb 1; 33(1):86-91.

Kim S et a. J Altern Complement Med. 2018; 24(6):596-602.

Linde K et al. Cochrane Datab Syst Rev. 2016; (6):CD001218.

Yang Y, Que Q et al. Acupunct Med. 2016; 34(2):76-83.

Linde K et al. Cochrane Datab Syst Rev. 2016; (4):CD007587.

MacPherson H et al. PLoS One. 2013; 8(10):e77438.

Deare JC et al. Cochrane Datab Syst Rev. 2013; (5):CD007070.

Manheimer E et al. Cochrane Datab Syst Rev. 2010; (1):CD001977.

The following two tabs change content below.

Dott. Gianfrancesco Cormaci

Medico Chirurgo, Specialista; PhD. a CoFood s.r.l.
- Laurea in Medicina e Chirurgia nel 1998 (MD Degree in 1998) - Specialista in Biochimica Clinica nel 2002 (Clinical Biochemistry residency in 2002) - Dottorato in Neurobiologia nel 2006 (Neurobiology PhD in 2006) - Ha soggiornato negli Stati Uniti, Baltimora (MD) come ricercatore alle dipendenze del National Institute on Drug Abuse (NIDA/NIH) e poi alla Johns Hopkins University, dal 2004 al 2008. - Dal 2009 si occupa di Medicina personalizzata. - Guardia medica presso strutture private dal 2010 - Detentore di due brevetti sulla preparazione di prodotti gluten-free a partire da regolare farina di frumento enzimaticamente neutralizzata (owner of patents concerning the production of bakery gluten-free products, starting from regular wheat flour). - Responsabile del reparto Ricerca e Sviluppo per la società CoFood s.r.l. (Leader of the R&D for the partnership CoFood s.r.l.) - Autore di articoli su informazione medica e salute sul sito www.medicomunicare.it (Medical/health information on website) - Autore di corsi ECM FAD pubblicizzati sul sito www.salutesicilia.it
- Advertisment -

ARTICOLI PIU' LETTI