sabato, Luglio 20, 2024

Le allergie ai legumi: dai più comuni ai meno impiegati, cambiando i tempi cambiano anche le prospettive

Crescente popolarità degli alimenti a base vegetale I legumi sono...

Caffé in clinica: può essere utile per gestire o prevenire la policistosi ovarica? Uno studio di caso-controllo

Le donne con ovaio policistico (PCOS) spesso soffrono di...

Lipoproteins and cardiovascular risk: how to manage the situation with old and new opportunities

What are lipoproteins? Dietary lipids are digested within the gastrointestinal...

Relazione causale fra polipi e diverticoli del colon: sono tutti a rischio di trasformazione tumorale?

La diverticolosi del colon descrive un’ernia della parete del colon in un’area di debolezza nel mesentere. La diverticolosi è estremamente comune, si verifica in oltre il 40% della popolazione di età superiore ai 60 anni e la sua prevalenza aumenta con l’età. È tipicamente asintomatico, sebbene possano verificarsi complicanze come diverticolite o sanguinamento gastrointestinale. I polipi colorettali sono escrescenze anomale derivanti dal lume del colon. Variano nel fenotipo patologico da polipi iperplastici benigni a polipi adenomatosi o villosi, considerati precancerosi. Come la diverticolosi, anche l’incidenza dei polipi colorettali aumenta con l’età. Entrambe le condizioni hanno una maggiore prevalenza tra i paesi occidentali e industrializzati. Queste caratteristiche epidemiologiche simili hanno portato allo studio di un possibile meccanismo fisiopatologico condiviso. Le diete povere di fibre e ricche di grassi saturi, così come un lento tempo di transito nel colon, sono stati identificati come fattori di rischio comuni.

Studi istopatologici hanno suggerito che l’infiammazione cronica alla base dello sviluppo della malattia diverticolare può anche predisporre la mucosa del colon alla formazione di polipi. Ma, attualmente, non c’è consenso sulla relazione tra le 2 condizioni. Alcuni ricercatori hanno stabilito che i pazienti con diverticolosi hanno un rischio maggiore di sviluppare polipi colorettali rispetto a quelli senza. Baker et al hanno trovato un tasso inferiore di cancro del colon-retto, ma un tasso maggiore di rilevamento di polipi nei pazienti con diverticolosi rispetto a una popolazione di controllo. Levine et al hanno trovato una minore frequenza di polipi adenomatosi nei segmenti del colon contenenti diverticolosi e hanno proposto un possibile effetto protettivo della diverticolosi contro lo sviluppo di neoplasie concomitanti. Una recensione molto recente ha fatto il punto della situazione basandosi su oltre 5000 studi di endoscopia clinica di pazienti che si erano sottoposti principalmente a screening preventivo per tumore del colon o del colon-retto.

Per quanto riguarda la relazione spaziale dei polipi del colon con la diverticolosi, c’era un’associazione statisticamente significativa di polipi adiacenti alla diverticolosi che coinvolgeva il retto e il colon trasverso. Di questi segmenti del colon con polipi adiacenti alla diverticolosi, il retto e il colon trasverso presentavano polipi in gran parte iperplastici alla valutazione patologica, mentre i polipi del colon adenomatoso erano più spesso localizzati nel colon trasverso. Per quanto riguarda la dimensione del polipo, c’era una tendenza statisticamente significativa per i polipi del colon trasverso adiacenti alla diverticolosi del colon di dimensioni superiori a 10 mm, rispetto ad altri segmenti con polipi e diverticolosi adiacente. Sia per la diverticolosi sinistra che per quella destra, i pazienti di età inferiore a 50 anni e i pazienti di età superiore a 70 anni presentavano una maggiore incidenza di polipi adenomatosi del colon. I pazienti ad alto rischio di tumore del colon-retto avevano un rischio maggiore di qualsiasi polipo del colon.

È stato notato che i pazienti di sesso maschile avevano maggiori probabilità di avere polipi del colon adenomatosi, ma nel complesso non vi era alcuna differenza tra uomini e donne nei polipi trovati o nell’incidenza del cancro al colon. I pazienti con diverticolosi del colon, indipendentemente dalla posizione, avevano una maggiore prevalenza di polipi adenomatosi del colon. Questo è stato confrontato con tutti i segmenti del colon senza diverticolosi. Tuttavia, vi è stata una minore incidenza di cancro colon-rettale, nonostante la maggiore prevalenza di polipi adenomatosi. La diverticolosi è stata quindi suddivisa in colon destro e sinistro per la valutazione di polipi avanzati, dati demografici come sopra e incidenza di CRC. La diverticolosi del colon sinistro era associata a un rischio più elevato di qualsiasi polipo del colon (sia polipi del colon adenomatosi che non adenomatosi). È interessante notare che non vi era una maggiore associazione di diverticolosi del colon sinistro con polipi adiacenti e incidenza di CRC. Inoltre, il tumore non era associato a diverticolosi del colon, indipendentemente dalla localizzazione.

Infine, i dati dimostrano che la maggior parte della diverticolosi associata ai polipi del colon era localizzata nel retto, nel colon trasverso e nel cieco. Questo è intrigante, poiché il colon sinistro è in genere il luogo più comune per la malattia diverticolare, che in teoria ospiterebbe il maggior numero di polipi. Tuttavia, i nostri dati mostrano una maggiore predominanza del colon destro per la localizzazione sia dei polipi del colon che della diverticolosi adiacente. Rispetto a quello che si sapeva prima, dunque, bisogna aggiungere osservazioni di localizzazione ed associazione prima non considerate. Gli esperti ritengono classicamente, infatti, che la presenza di polipi sia quasi sempre sintomatica di una evoluzione maligna verso un carcinoma. Questa recensione potrebbe però avvertire che non è sempre così. Per le persone che non hanno fattori di rischio riconosciuti sia per la formazione di polipi o tumore del colon (es. non-fumatori, con una dieta abbastanza ricca di frutta e verdura, con professioni che non li espongono a sostanze chimiche predisponenti al cancro, ecc.), la realtà potrebbe essere diversa.

In questo caso, escludendo la familiarità per sindromi genetiche conosciute, il riscontrare polipi del colon/colon-retto e diverticoli potrebbe dipendere da fattori personali (es. tipologie di sport, sedentarietà, presenza di stipsi cronica legata allo stato di idratazione, e via discorrendo). In qualunque caso, gli esperti raccomandano sempre di non abbassare mai la guardia, specialmente raggiunta l’età dei 60. Lo screening periodico significa prendere in tempo lesioni sospette e avere maggiori chances di fare prevenzione. Ed eventualmente poterlo raccontare.

  • A cura del Dr. Gianfrancesco Cormaci, PhD, specialista in Biochimica Clinica.

Consigliati in questo sito

Il tumore del colon-retto giovanile: cosa ci sta sotto questo cancro che sta prendendo sempre più piede? (04/04/2023)

Omega-3 con aspirina: efficaci per i polipi del colon ad alto rischio (26/11/2018)

Polipi del colon: una breve rassegna pratica (14/03/2018)

Diverticoli intestinali: dalla clinica alla disciplina a tavola (13/02/2018)

Pubblicazioni scientifiche

Ray J, Zidong Z et al. Annals Gastroenterol 2023; 36:314-320.

Abu Baker F et al. Gastroenterol Res Pract 2019; 2019: 2507848.

Levine I, Rangnekar AS et al. J Colorect Dis 2017; 32:1597-1602.

Aune D, Sen A, Leitzmann MF et al. Eur J Nutr 2017; 56:2423-38.

Blum-Guzman JP et al. Endoscop Int Open 2017; 5:E642-E645.

Muhammad A, Lamendola O et al. Int J Colorect Dis 2014; 29:947.

Matrana MR, Margolin DA. Clin Colon Rectal Surg 2009; 22:141.

Morini S, Zullo A et al. J Clin Gastroenterol 2008; 42:763-770.

Hobson KG, Roberts PL. Clin Colon Rectal Surg 2004; 17:147.

Latest

Le allergie ai legumi: dai più comuni ai meno impiegati, cambiando i tempi cambiano anche le prospettive

Crescente popolarità degli alimenti a base vegetale I legumi sono...

Lipoproteins and cardiovascular risk: how to manage the situation with old and new opportunities

What are lipoproteins? Dietary lipids are digested within the gastrointestinal...

Metodiche ecografiche per la diagnosi e la gestione temporale del tumore epatico

Il carcinoma epatocellulare (CEP) è un tumore maligno primario...

Newsletter

Don't miss

Le allergie ai legumi: dai più comuni ai meno impiegati, cambiando i tempi cambiano anche le prospettive

Crescente popolarità degli alimenti a base vegetale I legumi sono...

Lipoproteins and cardiovascular risk: how to manage the situation with old and new opportunities

What are lipoproteins? Dietary lipids are digested within the gastrointestinal...

Metodiche ecografiche per la diagnosi e la gestione temporale del tumore epatico

Il carcinoma epatocellulare (CEP) è un tumore maligno primario...

Acido folico nella biologia e nella pratica: per l’anemia, la riproduzione e non solo

L’acido folico è una vitamina del gruppo B che...
Dott. Gianfrancesco Cormaci
Dott. Gianfrancesco Cormaci
Laurea in Medicina e Chirurgia nel 1998, specialista in Biochimica Clinica dal 2002, ha conseguito dottorato in Neurobiologia nel 2006. Ex-ricercatore, ha trascorso 5 anni negli USA alle dipendenze dell' NIH/NIDA e poi della Johns Hopkins University. Guardia medica presso la casa di Cura Sant'Agata a Catania. In libera professione, si occupa di Medicina Preventiva personalizzata e intolleranze alimentari. Detentore di un brevetto per la fabbricazione di sfarinati gluten-free a partire da regolare farina di grano. Responsabile della sezione R&D della CoFood s.r.l. per la ricerca e sviluppo di nuovi prodotti alimentari, inclusi quelli a fini medici speciali.

Sarilumab vs. polymyalgia rheumatica: it’s time to kill that alive and kickin’ pain

Polymyalgia rheumatica (PMR) is characterized by pain and morning stiffness in the shoulder and hips and affects people over the age of 50. It...

Sclerosi multipla: soluzioni antiossidanti, metaboliche e biomediche al vaglio

Sclerosi multipla, un nemico ben conosciuto la cui terapia si è da sempre avvalsa di steroidi, immunosoppressori e farmaci modificanti il decorso biologico (DMARDs)....

I benefici delle arance sulla salute: al di là della vecchia vitamina C

Tutti quanti conoscono il proverbio “una mela al giorno leva il medico di torno”. Chissà se presto toccherà alle arance completare questa frase. La...

Questo si chiuderà in 20 secondi