PUBBLICA I TUOI ARTICOLI SU MEDICOMUNICARE

PSICHE & SALUTE

Meditazion
Psiche & Salute

Meditazione e consapevolezza: le vie naturali per abbattere il dolore

La meditazione della consapevolezza è la premessa per stabilizzare l’attenzione, riconoscendo gli eventi sensoriali discorsivi come “momentanei” e “liberandoli” senza una reazione affettiva. L’addestramento alla meditazione consapevole è stato trovato per ridurre significativamente l’ansia in [...]

Benessere & Salute

PARLIAMO DI …

  • Parliamo di prevenzione del tumore al seno
      La prevenzione del tumore al seno si basa su un insieme di regole e indicazioni che hanno come scopo la riduzione della mortalità dovuta a questa malattia; grazie a una diagnosi precoce, è possibile identificare il tumore nelle prime fasi della sua esistenza, in modo da applicare le cure oggi possibili e aumentare la percentuale di guarigione Come avviene per tutte le malattie e soprattutto per quelle neoplastiche, agire in tempo, scoprire cioè un tumore in fase iniziale, ci permette in un’altissima percentuale dei casi di guarire. Ci sono delle cose che ogni donna può fare per contribuire a ridurre il rischio di sviluppare un tumore al seno e contestualmente aumentare la probabilità di scoprirlo qualora si manifestasse , in fase iniziale, e quindi sicuramente curabile. E possibile ridurre il rischio di cancro al seno modificando quei fattori di rischio che possono essere cambiati: se si limita luso di alcoolici, si fa regolare attività fisica e si mantiene sotto controllo il peso corporeo, allora si diminuisce il rischio di cancro al seno. Anche lallattamento è indicato quale fattore protettivo per il tumore al seno. Oltre che ai cambiamenti nello stile di vita, la cosa più importante che una donna possa fare è seguire le linee guida per una diagnosi precoce. In tal modo non si impedisce il cancro al seno, ma ciò può [...]

ALIMENTAZIONE & SALUTE

RICERCA & SALUTE

INFO & SALUTE

1
Focus on

Artrite reumatoide: il cardo mariano ha “il fegato” di rivelare un segreto

da Dott. Gianfrancesco Cormaci in Biomedicina & Salute 0

È noto che gli estrogeni (17β-estradiolo-E2) influenzano diversi aspetti della funzione del sistema immunitario e potenzialmente influenzano il rischio, l’attività e la progressione delle malattie autoimmuni. In particolare, E2 è in grado di modulare diversi aspetti delle risposte immunitarie, ad esempio la proliferazione e la morte dei linfociti, le citochine o la produzione di anticorpi. Gli effetti immunomodulatori esercitati da E2 sono, almeno in parte, responsabili delle differenze esistenti tra il sistema immunitario femminile e maschile, con femmine che rafforzano le risposte immunitarie umorali e cellulari rispetto ai maschi. Di conseguenza, le femmine sono generalmente più resistenti alle infezioni ma [...]
1
Sotto Riflettore

Uso improprio di antibiotici: non fa combattere i globuli bianchi

da Dott. Gianfrancesco Cormaci in attualita' & salute 0

Aggiungendo un’altra ragione per i medici per evitare l’uso eccessivo di antibiotici, una nuova ricerca mostra che una riduzione della varietà di microbi nell’intestino interferisce con la capacità del sistema immunitario di combattere la malattia. I ricercatori della Scuola di Medicina dell’Università della Virginia hanno scoperto che l’uso di antibiotici ha reso i neutrofili, un tipo di cellula immunitaria, meno efficaci nel combattere le infezioni e indebolito la barriera intestinale contro gli insetti invasori. “I neutrofili svolgono un ruolo importante come” risposta immunitaria innata “di prima linea quando i patogeni stranieri invadono”, ha detto il ricercatore Koji Watanabe, PhD. “Abbiamo [...]