Benessere & Salute

PARLIAMO DI …

  • Parliamo di prevenzione del tumore al seno
      La prevenzione del tumore al seno si basa su un insieme di regole e indicazioni che hanno come scopo la riduzione della mortalità dovuta a questa malattia; grazie a una diagnosi precoce, è possibile identificare il tumore nelle prime fasi della sua esistenza, in modo da applicare le cure oggi possibili e aumentare la percentuale di guarigione Come avviene per tutte le malattie e soprattutto per quelle neoplastiche, agire in tempo, scoprire cioè un tumore in fase iniziale, ci permette in un’altissima percentuale dei casi di guarire. Ci sono delle cose che ogni donna può fare per contribuire a ridurre il rischio di sviluppare un tumore al seno e contestualmente aumentare la probabilità di scoprirlo qualora si manifestasse , in fase iniziale, e quindi sicuramente curabile. E possibile ridurre il rischio di cancro al seno modificando quei fattori di rischio che possono essere cambiati: se si limita luso di alcoolici, si fa regolare attività fisica e si mantiene sotto controllo il peso corporeo, allora si diminuisce il rischio di cancro al seno. Anche lallattamento è indicato quale fattore protettivo per il tumore al seno. Oltre che ai cambiamenti nello stile di vita, la cosa più importante che una donna possa fare è seguire le linee guida per una diagnosi precoce. In tal modo non si impedisce il cancro al seno, ma ciò può [...]

ALIMENTAZIONE & SALUTE

RICERCA & SALUTE

INFO & SALUTE

Seguici su FB

English Magazine

English Magazine
English Magazine
Focus on

Due sindromi genetiche a confronto: da sole uccidono, insieme si neutralizzano

da Dott. Gianfrancesco Cormaci in Biomedicina & Salute 0

Gli scienziati della School of Medicine della Washington University di St. Louis sembra abbiano risolto un mistero decennale per quanto riguarda il preciso percorso biochimico che porta a un disordine genetico fatale nei bambini che provoca convulsioni, regressione dello sviluppo e morte, di solito intorno ai 3 anni. Studiare un modello di topo con la stessa malattia umana – chiamata malattia di Krabbe – i ricercatori hanno anche identificato una possibile strategia terapeutica. La ricerca è stata pubblicata il 16 settembre negli Atti della National Academy of Sciences. I pazienti con leucodistrofia a cellule globoide infantili, nota anche come malattia [...]