18 Febbraio, 2020

Benessere & Salute

PSICHE & SALUTE

RICERCA & SALUTE

parliamo di …

  • Il cavolo: un ortaggio benefico con tante attività
    Prevenzione & Salute

    Il cavolo: un ortaggio benefico con tante attività

    Il cavolo è un ortaggio a foglia verde, con un alto contenuto di fibre, un contorno gustoso e nutriente o un’aggiunta a frullati e insalate. E’ un membro della famiglia della senape, o Brassicacee, come lo sono cavoli e cavoletti di Bruxelles. È anche carnoso e croccante, con un pizzico di terrosità. Diversi tipi di cavolo hanno gusti e profili nutrizionali leggermente differenti. Foglie più giovani e foglie estive tendono ad essere meno amare e fibrose. Il cavolo riccio è il tipo più comunemente disponibile, di solito di colore verde brillante, verde scuro o viola. Ha foglie strette e arruffate facili da strappare. Per rimuovere le foglie dal gambo fibroso, si fa scorrere la mano lungo il gambo in direzione della crescita. Il cavolo lacinato o dinosauro è una varietà verde-blu scuro, che è più solida e più robusta rispetto a quella di cavolo riccio. Queste foglie sono generalmente più lunghe e piatte, mantengono la loro consistenza dopo la cottura  e sono meno amare del cavolo riccio. Il cavolo rosso russo è una varietà a foglia piatta che assomiglia un po ‘alle foglie di quercia. I gambi sono viola, molto fibrosi e di solito non vengono mangiati poiché possono essere piuttosto difficili da masticare e deglutire. I cavoli sono ideali per insalate, panini, succhi e come condimenti. Il cavolo cresce bene nei mesi invernali più freddi, facendo una buona aggiunta quando altri frutti e verdure sono meno disponibili. Il cavolo d’inverno solitamente si mangia meglio cotto, poiché il clima più [...]

LAVORO & SALUTE

BIOMEDICINA & SALUTE

Sclerosi multipla: l'allattamento prolungato abbassa il rischio futuro

PSICHE & SALUTE

RICERCA & SALUTE

Seguici su FB

English Magazine

English Magazine
English Magazine
Focus on

Olio di semi di lino: l’integratore per bilanciare il microbiota nel diabete

da Dott. Gianfrancesco Cormaci in Biomedicina & Salute Commenti disabilitati su Olio di semi di lino: l’integratore per bilanciare il microbiota nel diabete

Negli ultimi decenni, lo stile di vita umano è notevolmente cambiato, con l’aumento del consumo di alimenti per animali e l’assunzione di grassi nella dieta. L’incidenza del diabete era positivamente correlata a questi stili di vita malsani, indicando che i fattori dietetici svolgono un ruolo cruciale nella sua insorgenza e progressione. La prevalenza del diabete presenta un problema di salute pubblica notevolmente globale. Secondo i dati statistici dell’International Diabetes Federation, nel 2017 oltre 450 milioni di persone hanno sofferto di diabete in tutto il mondo e si prevede che questo numero raggiungerà i 629 milioni entro il 2045. Pertanto, sono [...]