HomePSICHE & SALUTEPaternità: l'ossitocina è quella che rafforza il legame

Paternità: l’ossitocina è quella che rafforza il legame

Prodotto dall’ipotalamo, l’ossitocina svolge un ruolo vitale nel parto, stimolando la contrazione dei muscoli uterini per iniziare il travaglio. Dopo la nascita, l’ormone aiuta a trasportare il latte al seno, promuovendo l’allattamento. Inoltre, si ritiene che l’ossitocina svolga un ruolo vitale nel legame sociale tra madre e figlio. Gli studi hanno dimostrato che dopo il parto, l’ormone stimola percorsi neuronali nel cervello della madre che sono associati con il comportamento educativo. Pubblicato nella rivista Hormones and Behaviour, ora un nuovo studio rivela che le dosi di ossitocina aumentava l’attività cerebrale correlata alla ricompensa e all’empatia tra i padri in risposta alle immagini dei loro figli.

Il Dr. James Rilling, direttore del Laboratorio per la Neuroscienza Darwiniana presso la Emory University di Atlanta, Georgia, e colleghi, hanno affermato che i loro risultati indicano una possibile strategia per migliorare il comportamento paterno. Rilling e team notano che studi recenti hanno suggerito che i padri sono anche soggetti a cambiamenti ormonali dopo l’arrivo di un nuovo bambino. Uno studio pubblicato nel 2013, ad esempio, ha dimostrato un aumento dell’ossitocina tra i nuovi padri, che era associato ad un maggiore legame padre-figlio. Per il loro studio, i ricercatori hanno cercato di studiare come l’ossitocina influenzi l’attività cerebrale per influenzare il comportamento paterno.

Il team ha arruolato padri sani che hanno avuto bambini di età compresa tra 1 e 2 anni. A metà dei padri sono state somministrate dosi di ossitocina, mentre la metà rimanente ha ricevuto un placebo. Entrambi sono stati consegnati attraverso uno spray nasale. Tutti i padri sono stati sottoposti a risonanza magnetica funzionale (fMRI) mentre osservavano tre diverse immagini: un’immagine della loro prole, un’immagine di un bambino sconosciuto e un’immagine di un adulto sconosciuto. I ricercatori hanno scoperto che quando ai padri veniva mostrata un’immagine della loro prole, quelli che ricevevano ossitocina sperimentavano un aumento dell’attività neurale nel nucleo caudato, nel cingolo dorsale anteriore e nella corteccia visiva del cervello. Queste sono regioni associate a ricompensa ed empatia.

Sono necessari ulteriori studi per ottenere una migliore comprensione del ruolo dell’ossitocina nel legame padre-figlio. Tuttavia, i ricercatori ritengono che questi risultati attuali indicano che l’ossitocina potrebbe contribuire ad aumentare il comportamento paterno. Il Dr. James Rilling commenta: “I nostri risultati aggiungono all’evidenza che i padri, e non solo le madri, subiscono cambiamenti ormonali che possono facilitare l’aumento dell’empatia e della motivazione a prendersi cura dei loro figli. L’ossitocina, nota per svolgere un ruolo nei legami sociali, potrebbe un giorno essere usato per normalizzare i deficit nella motivazione paterna, come negli uomini che soffrono di depressione postpartum”.

  • a cura del Dr. Gianfrancesco Cormaci, PhD, specialista in Biochimica Clinica.

Pubblicazioni scientifiche

Gordon I et al. Horm Behav. 2017 Jul; 93:184-192.

Li T, Chen X et al. Horm Behav. 2017; 93:193-202. 

Sundström I et al. J Neurosci Res. 2017; 95(1-2):719.

Gray PB et al. Horm Behav. 2017 May; 91:52-67.

Dott. Gianfrancesco Cormaci
- Laurea in Medicina e Chirurgia nel 1998 (MD Degree in 1998) - Specialista in Biochimica Clinica nel 2002 (Clinical Biochemistry residency in 2002) - Dottorato in Neurobiologia nel 2006 (Neurobiology PhD in 2006) - Ha soggiornato negli Stati Uniti, Baltimora (MD) come ricercatore alle dipendenze del National Institute on Drug Abuse (NIDA/NIH) e poi alla Johns Hopkins University, dal 2004 al 2008. - Dal 2009 si occupa di Medicina personalizzata. - Guardia medica presso strutture private dal 2010 - Detentore di due brevetti sulla preparazione di prodotti gluten-free a partire da regolare farina di frumento immunologicamente neutralizzata (owner of patents concerning the production of bakery gluten-free products, starting from regular wheat flour). - Responsabile del reparto Ricerca e Sviluppo per la società CoFood s.r.l. (leader of the R&D for the partnership CoFood s.r.l.) - Autore di un libro riguardante la salute e l'alimentazione, con approfondimenti su come questa condizioni tutti i sistemi corporei. - Autore di articoli su informazione medica e salute sui siti web salutesicilia.com, medicomunicare.it e in lingua inglese sul sito www.medicomunicare.com
- Advertisment -

ARTICOLI PIU' LETTI

CHIUDI
CHIUDI