sabato, Febbraio 24, 2024

Sostenibilità alimentare: la vinaccia come fonte di sostanze bioattive per produrre farmaci e alimenti funzionali

La vinaccia come risorsa rinnovabile La vinificazione è una delle...

IkB-zeta: the hidden in-plain-sight immune regulator for transcriptional moonlightning

Our immune system is remarkably powerful. It quickly assembles...

La salute mentale risente del sonno, ma riguardo ai ritmi circadiani? Quali sono le nuove possibilità di intervento?

I ritmi circadiani e la malattia mentale Un team internazionale...

Il thè verde nella prevenzione dei problemi riproduttivi femminili: il sommario di un’ultima recensione

Milioni di donne in tutto il mondo soffrono di disturbi riproduttivi benigni come fibromi, endometriosi, sindrome dell’ovaio policistico, adenomiosi e dismenorrea. Oltre il 65% delle donne soffre di fibromi ad un certo punto della loro vita; la policistosi ha una prevalenza del 20% e l’endometriosi si verifica nel 10-15% delle donne in tutto il mondo. Un possibile alimento in fase di studio per gestire queste condizioni è il thè comune. Il thè verde (Camellia sinensis) è ampiamente consumato in tutto il mondo. Dei numerosi composti antiossidanti e polifenolici presenti nel thè verde, l’epigallocatechina gallato (EGCG) è uno dei principali composti attivi. È stato ampiamente esplorato come agente chemioterapico contro varie forme di cancro. L’EGCG prende di mira molteplici percorsi come la perossidazione lipidica, l’apoptosi, l’eliminazione dei radicali liberi e il sequestro del colesterolo.

Date le proprietà chemioterapiche e antiossidanti dell’EGCG, il thè verde potrebbe avere benefici clinici nell’alleviare i sintomi di disturbi ginecologici benigni. I nutrienti presenti nel tè verde includono lipidi, carboidrati, un’ampia varietà di vitamine, alcuni aminoacidi, carotenoidi e alcaloidi come teofillina e caffeina. Inoltre, nel thè verde si trovano anche oligoelementi come zinco, rame, cromo e manganese. Quasi il 30% del peso delle foglie di thè verde essiccate è composto da polifenoli chiamati catechine. Gli studi hanno riportato che le catechine mostrano un’elevata attività antiossidante, che è ulteriormente elevata nel thè verde a causa dell’assenza del processo di fermentazione a differenza thè nero. Un’ultima revisione ha discusso i processi attraverso i quali le catechine vengono assorbite nell’intestino e processate nell’intestino e nel fegato, che ne aumentano la biodisponibilità.

La scienza di base ha dimostrato altri meccanismi di azione dell’EGCG, incluso il suo legame con i recettori della laminina e altre molecole che svolgono un ruolo significativo nella metastasi dei tumori, come la fibronectina, il fibrinogeno, la glicoproteina HRGP e altre proteine della matrice extracellulare, agendo anche come antifibrotico e anti-angiogenico. Questi meccanismi potrebbero essere coinvolti nell’alleviare i sintomi di disturbi riproduttivi benigni nelle donne, come dismenorrea, endometriosi e la policistosi. La dismenorrea è legata ad alti livelli di prostaglandine prodotte dall’endometrio. Gli studi hanno dimostrato che le catechine possono ridurre la biosintesi delle prostaglandine, fornendo un’alternativa naturale ai FANS che vengono solitamente prescritti per questo problema. I fibromi uterini sono molto diffusi nelle donne in età riproduttiva.

A seconda delle dimensioni e della loro posizione, i sintomi possono variare da mestruazioni dolorose e prolungate a costipazione, pressione pelvica e minzione frequente. I fibromi influenzano anche la fertilità e nei casi più gravi richiedono isterectomia o miomectomia. Le proprietà antifibrotiche e anti-angiogeniche dell’EGCG potrebbero ridurre tali tumori benigni. Studi su modelli animali e umani hanno dimostrato che il trattamento con EGCG ha ridotto con successo le dimensioni del fibroma e ha migliorato la qualità generale della vita alleviando i sintomi. Inoltre, l’EGCG ha anche mostrato risultati promettenti contro l’endometriosi grazie alle sue proprietà eliminanti le cellule malate (apoptotiche). L’endometriosi provoca l’impianto di lesioni benigne nella regione al di fuori della cavità uterina, causando dolore durante i rapporti, le mestruazioni e persino la defecazione.

Esperimenti nei topi hanno dimostrato che il trattamento con EGCG ha ridotto le dimensioni delle lesioni endometriali e ha impedito la formazione di nuove lesioni. È stato anche scoperto che il thè verde migliora i risultati della fecondazione in vitro con le proprietà antiossidanti dell’EGCG, riducendo i radicali liberi e migliorando la qualità dei gameti femminili. La revisione ha anche discusso i potenziali benefici del thè verde e dell’EGCG nel trattamento dell’adenomiosi e della policistosi e nel miglioramento della salute generale delle donne in menopausa. Nel complesso, date le proprietà biologiche esibite dall’EGCG, e la sua interazione con molte di vie di segnalazione che sottostanno in disturbi ginecologici benigni come fibromi uterini, endometriosi e ovaio policistico, gli esperti ritengono che il thè verde possa rappresentare un’alternativa naturale per trattare queste condizioni, inclusa la sintomatologia dolorosa delle mestruazioni.

Tuttavia, gli autori ritengono che poiché gran parte delle prove proviene da esperimenti in vitro e in vivo, gli studi clinici che esaminano i benefici dell’EGCG sono essenziali.

  • A cura del Dr. Gianfrancesco Cormaci, PhD, specialista in Biochimica Clinica.

Pubblicazioni scientifiche

Hazimeh D, Massoud G et al. Nutrients 2023; 15(6).

Kamal DAM et al. Molecules 2021 May 3; 26(9):2675.

Chen X et al. Crit Rev Food Sci Nutr. 2021 Oct 7:1-14.

Maleki V et al. Reprod Biol Endocr. 2021; 19(1):147.

Tehrani HG et al. J Educ Health Promot. 2017; 6:36.

Latest

Sostenibilità alimentare: la vinaccia come fonte di sostanze bioattive per produrre farmaci e alimenti funzionali

La vinaccia come risorsa rinnovabile La vinificazione è una delle...

IkB-zeta: the hidden in-plain-sight immune regulator for transcriptional moonlightning

Our immune system is remarkably powerful. It quickly assembles...

Ritorno al futuro: allergie stagionali e gestione intelligente e consapevole del problema

Tra un mese esatto sarà primavera e ricomincerà il...

Newsletter

Don't miss

Sostenibilità alimentare: la vinaccia come fonte di sostanze bioattive per produrre farmaci e alimenti funzionali

La vinaccia come risorsa rinnovabile La vinificazione è una delle...

IkB-zeta: the hidden in-plain-sight immune regulator for transcriptional moonlightning

Our immune system is remarkably powerful. It quickly assembles...

Ritorno al futuro: allergie stagionali e gestione intelligente e consapevole del problema

Tra un mese esatto sarà primavera e ricomincerà il...

Lo abitudini di vita sono importanti per la comparsa della sindrome del colon irritabile?

La sindrome del colon irritabile (IBS) è una malattia...
Dott. Gianfrancesco Cormaci
Dott. Gianfrancesco Cormaci
Laurea in Medicina e Chirurgia nel 1998, specialista in Biochimica Clinica dal 2002, ha conseguito dottorato in Neurobiologia nel 2006. Ex-ricercatore, ha trascorso 5 anni negli USA alle dipendenze dell' NIH/NIDA e poi della Johns Hopkins University. Guardia medica presso la casa di Cura Sant'Agata a Catania. In libera professione, si occupa di Medicina Preventiva personalizzata e intolleranze alimentari. Detentore di un brevetto per la fabbricazione di sfarinati gluten-free a partire da regolare farina di grano. Responsabile della sezione R&D della CoFood s.r.l. per la ricerca e sviluppo di nuovi prodotti alimentari, inclusi quelli a fini medici speciali.

HIV: il nuovo farmaco al posto del cocktail uccide il virus “nel sonno”

Una delle molte sfide nel trattamento dell'HIV è che il virus può rimanere dormiente nelle cellule, eludendo silenziosamente la rilevazione immunitaria finché si sveglia...

Danno renale: modulare il metabolismo per stimolare l’auto-riparo

I reni filtrano i rifiuti e il fluido in eccesso dal sangue, espellendo le molecole non sicure nelle urine. Quando i reni sono feriti...

Visionato come si attiva il riparo delle ferite: calcio si, ma non sul campo

In un mondo così tagliente e appuntito, la guarigione delle ferite è un processo critico e meraviglioso. Nonostante un'enorme quantità di studi scientifici, molti...