mercoledì, Febbraio 28, 2024

La proteina tau nel Parkinson: a differenza della sinucleina guiderebbe le alterazioni iniziali del movimento

Introduzione La malattia di Parkinson colpisce circa 10 milioni di...

Le proprietà alimentari del carciofo romano sulla salute umana riviste dalla scienza

Il carciofo (Cynara scolymus) è una pianta comunemente coltivata...

Gli effetti positivi della dieta Mediterranea sulla fertilità maschile

I’infertilità è un problema sanitario significativo, che colpisce circa...

Problemi dentali ed aterosclerosi: un mediatore comune “spegne il fuoco”

L’infiammazione è una patologia chiave dell’aterosclerosi e può essere una forza trainante per infarti e ictus. Vi sono prove crescenti di numerosi gruppi di ricerca che le malattie infiammatorie croniche tra cui diabete, cardiopatie, artrite reumatoide, colite, malattie polmonari e renali, cancro e malattia di Alzheimer possono trarre vantaggio dall’uso di mediatori lipidici risolutivi, le resolvine e le lipossine. Resolvin E1, una molecola prodotta naturalmente nel corpo dagli acidi grassi omega-3, applicata localmente sui tessuti gengivali non solo previene e tratta la malattia gengivale come precedentemente mostrato (Hasturk et al., 2006 e 2007), ma riduce anche la probabilità di arteriopatia avanzata placche aterosclerotiche per rompere e formare un pericoloso trombo o coaguli di sangue. I risultati potrebbero portare a trattamenti preventivi e terapeutici efficaci in persone con malattie cardiache e / o malattie gengivali senza effetti collaterali indesiderati.

Per testare l’efficacia dei mediatori lipidici sull’arteriosclerosi avanzata, i ricercatori della Boston University School of Medicine (BUSM) e del Forsyth Institute hanno utilizzato due gruppi di un modello sperimentale che possedeva un’aterosclerosi avanzata altamente infiammata. Il primo gruppo è stato trattato con una soluzione applicata su tessuti gengivali che contenevano Resolvin E1 mentre il secondo gruppo è stato trattato con acqua salata come controllo. Il gruppo trattato con resolvin E1 presentava un’aterosclerosi minima e una ridotta rottura della placca nella loro arteria aortica, mentre l’aterosclerosi si era evoluta in forma più grave della malattia nel gruppo di controllo (acqua salata). I ricercatori ritengono che questi risultati sostengano un cambiamento di paradigma nel trattamento di condizioni infiammatorie localizzate e sistematiche che sono sempre più diffuse nel diabete di tipo 2 e nell’obesità e possono essere applicabili ad altre malattie infiammatorie croniche.

La terapia con Resolvin E1 potrebbe fornire una terapia molto efficace e sicura che può essere assunta quotidianamente, il che costituirebbe anche un approccio preventivo per l’infiammazione della placca e gli eventi clinici acuti di infarto e ictus. Le attuali terapie per l’aterosclerosi avanzata sono inadeguate e spesso comportano rischi elevati. Nonostante il fatto che i farmaci per abbassare il colesterolo come le statine siano efficaci nel ridurre i fattori di rischio come il colesterolo, questa sostanza non è sempre e non è l’unica coinvolta. Vale anche come principio che l’assunzione di integratori a base di omega-3 possa essere preventiva nei confronti delle malattie gengivali. Non ci sono prove al riguardo, né si sa se una carenza di omega-3 possa rappresentare un fattore predisponente a gengiviti o parodontiti. Bisognerebbe conoscere le interazioni fra omega-3, resolvine ed il microbiota orale, per cominciare. Ma non ci sono ancora studi scientifici al riguardo.

  • a cura del Dr. Gianfrancesco Cormaci, PhD, specialista in Biochimica Clinica.

Pubblicazioni scientifiche

Hamilton JA et al. Curr Atheroscler Rep. 2017; 19(12):57. 

Balta MG, Loos BG, Nicu EA. Front Immunol. 2017 Dec 14; 8:1682.

Salic K et al., Kooistra T. Atherosclerosis 2016 Jul; 250:158-65. 

Hasturk H et al. Arterioscler Thromb Vasc Biol. 2015; 35(5):1123-33. 

Scarparo RK et al. Batista EL Jr. J Endod. 2014; 40(5):678-82. 

Latest

La proteina tau nel Parkinson: a differenza della sinucleina guiderebbe le alterazioni iniziali del movimento

Introduzione La malattia di Parkinson colpisce circa 10 milioni di...

Le proprietà alimentari del carciofo romano sulla salute umana riviste dalla scienza

Il carciofo (Cynara scolymus) è una pianta comunemente coltivata...

Gli effetti positivi della dieta Mediterranea sulla fertilità maschile

I’infertilità è un problema sanitario significativo, che colpisce circa...

Niacin paradox on the heart shows off: catabolism reveals potential threats on cardiovascular risk

Cardiovascular disease (CVD) is a worldwide health problem, with...

Newsletter

Don't miss

La proteina tau nel Parkinson: a differenza della sinucleina guiderebbe le alterazioni iniziali del movimento

Introduzione La malattia di Parkinson colpisce circa 10 milioni di...

Le proprietà alimentari del carciofo romano sulla salute umana riviste dalla scienza

Il carciofo (Cynara scolymus) è una pianta comunemente coltivata...

Gli effetti positivi della dieta Mediterranea sulla fertilità maschile

I’infertilità è un problema sanitario significativo, che colpisce circa...

Niacin paradox on the heart shows off: catabolism reveals potential threats on cardiovascular risk

Cardiovascular disease (CVD) is a worldwide health problem, with...

Medicina rigenerativa per il rene: la possibilità che si apre capendo tutti gli stadi molecolari del danno

Come si forma il rene nell’embriogenesi? Il rene dei mammiferi,...
Dott. Gianfrancesco Cormaci
Dott. Gianfrancesco Cormaci
Laurea in Medicina e Chirurgia nel 1998, specialista in Biochimica Clinica dal 2002, ha conseguito dottorato in Neurobiologia nel 2006. Ex-ricercatore, ha trascorso 5 anni negli USA alle dipendenze dell' NIH/NIDA e poi della Johns Hopkins University. Guardia medica presso la casa di Cura Sant'Agata a Catania. In libera professione, si occupa di Medicina Preventiva personalizzata e intolleranze alimentari. Detentore di un brevetto per la fabbricazione di sfarinati gluten-free a partire da regolare farina di grano. Responsabile della sezione R&D della CoFood s.r.l. per la ricerca e sviluppo di nuovi prodotti alimentari, inclusi quelli a fini medici speciali.

Osteoartrosi: compare prima se manca un metabolita interno

L'osteoartrite (OA) - anche chiamata malattia degenerativa delle articolazioni - è la forma più comune di artrite, un termine generico usato per descrivere una...

Pregnancy “under pressure”: endocrine disruptors keep it low

Hypertensive disorders during pregnancy are one of the main causes of maternal and child mortality and morbidity. Exposure to environmental chemicals is suspected to...

Acido folico: dà problemi la sua carenza, ma anche quando è assunto in abbondanza

L’integrazione di acido folico (la forma sintetica della vitamina B9 o folato) è ampiamente raccomandata per le donne in età fertile. È stato dimostrato...